Kobe Bryant

Paese: Stati Uniti

Altezza: 198 cm

Peso: 96 kg

Età: 40 anni

Segno: Vergine Vergine

Kobe Bryant è un ex cestista nato a Filadelfia il 23 agosto del 1978.

Bryant è senza dubbio uno dei migliori cestisti di tutti i tempi, vincitore di due medaglie d’oro alle olimpiadi e di numerosi premi internazionali, la sua è stata una carriera tra le più luminose nella storia dello sport americano.

Nato negli States cresce in Italia ed è suo padre, ex giocatore di basket, a trasmettergli la passione per questo sport. Tornato a Filadelfia Bryant entra a far parte del circuito professionistico nel 1996 e, terminata la sua esperienza in una squadra locale, debutta nei Los Angeles Lakers.

L’anno seguente, nel 1997, conquista il suo primo record, diventando il più giovane cestista nella storia a disputare la All Star Game. In questo periodo il pubblico americano inizia ad accorgersi delle sue qualità e, nel 1998, totalizza cinquanta presenze da titolare con la sua squadra.

Nel 2000 inizia la sua prima fase di grandi trionfi: conquista tre Campionati consecutivi ed è proprio grazie al suo indiscutibile talento che i Los Angeles Lakers scrivono questa importante pagina nella storia del basket. Nel 2005 ottiene il titolo di Miglior Marcatore dell’NBA e Bryant continua a inanellare un successo dietro l’altro, tra cui il record di punti segnati in un incontro nella gara con i Toronto Raptors.

Due anni dopo Bryant vince insieme ai suoi compagni il FIBA American Championship, mentre nel 2008, alle Olimpiadi di Pechino, conquista il suo primo oro con la maglia della nazionale. Questa stagione ricca di successi per lui si concretizza nel 2009 quando conquista l’ennesimo Campionato con i Lakers.

La notorietà di Bryant si allarga anche in altri campi: diventa testimonial di brand come Nutella e Adidas e compare in diversi programmi televisivi americani. Nel 2010 vince il suo ultimo Campionato in carriera e, alle Olimpiadi di Londra del 2012, arriva per lui la seconda medaglia d’oro.

Kobe Bryant è un ex cestista dalla carriera stratosferica, protagonista di uno spot dedicato al videogame Call of Duty. Tra i suoi punti di riferimento ha sempre dichiarato di avere una profonda ammirazione per Michael Jackson, di cui è un grande fan.

Nel 2013 subisce un infortunio che lo costringe a saltare il Campionato, ma, l’anno seguente, diventa il miglior realizzatore di una singola stagione, battendo il record che apparteneva a Michael Jordan. Nel 2016 decide di lasciare il basket e disputa le sue ultime gare ufficiali.

In seguito Bryant si dedica ad altri progetti e realizza un cortometraggio, Dear Basket (2017), di cui è anche autore della sceneggiatura, e, nel marzo del 2018, vince il Premio Oscar nella categoria animazione.

Un voto per Kobe Bryant? Dieci!

[Foto: Washington Post]

Loading...