Fabrizio De Andrè

Paese: Italia

Altezza: 178 cm

Peso: 77 kg

Età: 58 anni

Segno: Acquario Acquario

Ci ha lasciati nel: 1999

Fabrizio De André è stato un cantautore italiano nato a Genova il 18 febbraio del1940, e morto a Milano l’11 gennaio del 1999.

De André è stato senza dubbio uno dei talenti più puri della musica italiana, un cantautore che ha inciso brani ormai entrati nella storia del nostro Paese, delle vere e proprie poesie amate da intere generazioni.

Negli anni Cinquanta frequenta il liceo classico e conosce Paolo Villaggio, che nel tempo diventerà un suo grande amico. Dopo il diploma De André s’iscrive alla facoltà di Giurisprudenza, ma abbandona gli studi per dedicarsi solo alla musica.

Si esibisce in vari locali di Genova, tra cui “La Borsa di Arlecchino”, e con il suo amico Villaggio lavora come musicista su alcune navi da crociera. Dopo una lunga gavetta, nel 1961 incide il suo primo 45 giri contenente due suoi brani inediti.

Nel 1966 pubblica Tutto Fabrizio De André, disco che contiene brani come Amore che vieni, amore che vai e La canzone di Marinella, con cui viene notato dalla critica e dal pubblico. Due anni dopo è la volta di Volume I (1968), album trainato da una poesia sublime come Via del Campo.

De André con Tutti morimmo a stento (1968) realizza il suo primo concept album. Dopo un periodo di crisi il cantante genovese incide un altro suo capolavoro, La buona novella (1970), disco che contiene dieci tracce tra il folk e la musica d’autore.

Negli anni Settanta la sua fama ormai è consolidata, soprattutto la stima che la critica italiana e straniera riserba per le sue opere. Incide dischi come Storia di un impiegato (1973), cui collabora, nelle musiche, il grande Nicola Piovani, Volume 8 (1975) e Rimini (1978).

Fabrizio De André è stato un cantautore di rara bravura, un poeta che in vita ha amato artisti come Bob Dylan e Leonard Cohen, e che è conosciuto anche con il soprannome di “Faber”.

Nel 1979 lui e la sua compagna, la cantante Dori Ghezzi, vengono rapiti dall’Anonima Sequestri e rilasciati nel dicembre dello stesso anno. Questa terribile esperienza influenzerà la composizione dell’album Indiani (1981).

Negli ultimi anni della sua vita continua a incidere dischi, Le Nuvole (1990) e Anime Salve (1996) prima che la sua morte, avvenuta nel gennaio del 1999 a causa di un carcinoma polmonare, non mettesse fine alla sua straordinaria carriera.

Negli anni Duemila De André è stato omaggiato da artisti come Franco Battiato e Ornella Vanoni. Nel 2016 Ligabue si esibisce con un suo brano in una serata del Festival di Sanremo a lui dedicata. Due anni dopo, nel 2018, la Rai trasmette una fiction in due puntate intitolata Fabrizio De André – Principe Libero.

[Foto: Youtube]

Loading...