Umberto Smaila

Paese: Italia

Altezza: 179 cm

Peso: 84 kg

Età: 69 anni

Segno: Cancro Cancro

Umberto Smaila è un attore e conduttore televisivo nato a Verona il 26 giugno del 1950.

Nella sua lunga carriera, Smaila è riuscito a esprimersi come attore e conduttore televisivo in svariati programmi, fino a diventare negli ultimi anni un musicista di successo.

La sua famiglia ha origini croate ma cresce e vive la sua infanzia e adolescenza nella città di Verona. Terminati gli studi, si dedica al cabaret ed entra a far parte del gruppo comico I Gatti di vicolo Miracoli, cui fa parte anche Gerry Calà.

Negli anni Settanta si esibisce in vari locali di Milano, tra cui il celebre Derby. Nel 1974 recita nel film La poliziotta, e comincia, in parallelo con quella di comico, la sua carriera cinematografica. In seguito torna sul grande schermo con Sturmtruppen (1976) e Come ti rapisco il pupo (1977).

Nello stesso periodo partecipa a Non Stop (1977) programma che ha lanciato Carlo Verdone. L’anno seguente è la volta di Cabaret (1978), trasmissione che vedeva tra i vari ospiti il compianto Giorgio Faletti.

Nel 1980, insieme al suo gruppo, torna al cinema con Arrivano i gatti, pellicola che ottiene un buon successo di pubblico. L’anno seguente recita in Miracoloni (1981) e in Italian Boys (1983), dove si occupa anche della colonna sonora.

Nel 1987 debutta alla conduzione di Colpo Grosso, programma che diventerà un vero e proprio cult. In seguito partecipa alle riprese della serie televisiva Don Tonino (1988) e a I Tre Moschettieri (1991).

Negli anni Novanta le sue apparizioni televisive diminuiscono, ma in compenso continua a recitare in film come I mitici – Colpo gobbo a Milano (1994) e Gli inaffidabili (1997). Continua a occuparsi ancora di colonne sonore e compone la musica di Svitati (1999), pellicola diretta da Ezio Greggio.

Umberto Smaila è un attore e conduttore televisivo che ha ottenuto un enorme successo mediatico grazie a Colpo Grosso. Ha inoltre inciso alcuni dischi, da Il ragazzo del Pony Express a Fred, dando modo ai fan di apprezzare la sua voce melodica.

Inaugura diversi locali che ha registrato sotto il marchio “Smaila’s” e, nel 2006, torna a recitare in Vita Smeralda per poi dedicarsi a un episodio de Il commissario Rex (2012). Nel 2014 pubblica l’album Smailas III, che contiene diversi brani inediti e, tre anni dopo, compone le musiche per Italian Business (2017).

Nel 2018 partecipa alle riprese di Romeo e Giuly: La guerra mondiale italiana. Nel gennaio del 2019, Matteo Salvini ha proposto ironicamente la candidatura di Smaila all’Unesco, come avvenuto per il suo collega Lino Banfi.

Un voto per Umberto Smaila? Otto.

[Foto: http://cdastudiodinardo.com]

Loading...