Oreste Lionello

Paese: Italia

Altezza: 162 cm

Peso: 66 kg

Età: 81 anni

Segno: Ariete Ariete

Ci ha lasciati nel: 2009

Oreste Lionello è stato un attore e doppiatore italiano nato a Rodi il 18 aprile del 1927, e morto a Roma il 19 febbraio del 2009.

Protagonista assoluto di tutti gli spettacoli del Bagaglino, Lionello è stato un attore dotato di una brillante comicità che il pubblico ha imparato ad amare in televisione, ma anche un noto doppiatore che ha prestato la sua voce al mitico Woody Allen.

Muove i primi passi sul palcoscenico a soli dieci anni, quando diventa valletto per il Teatro Cilea di Reggio Calabria. In seguito si trasferisce nella città di Roma per trovare uno sbocco lavorativo ed entra in una compagnia musicale gestita dalla Rai.

Nel 1954 fa il suo esordio cinematografico con Allegro squadrone. Due anni dopo diventa il protagonista dello sceneggiato televisivo Il marziano Filippo (1956) con cui si fa conoscere anche sul piccolo schermo. In seguito realizza Totò, Fabrizi e i giovani d’oggi (1960) e Totòtruffa 62 (1962), due film che gli permettono di recitare insieme al grande comico napoletano.

Negli anni Sessanta Lionello consolida il suo successo interpretando piccoli ruoli in pellicole come Gli imbroglioni (1963) e Riderà (1967). Due anni dopo, insieme al compianto Paolo Villaggio, realizza E’ domenica, ma senza impegno (1969), un varietà che ottiene un enorme successo.

Nel 1970 partecipa come cantante al Festival di Sanremo e inizia la sua lunga carriera di doppiatore. La sua tipica voce diventa un tratto distintivo dell’intera produzione cinematografica di Woody Allen, attore e regista che seguirà sino al 2006, doppiandolo in tutti i suoi film.

Con Dove sta Zazzà? (1972) Lionello è il co-conduttore insieme a Gabriella Ferri di un programma trasmesso in prima serata su Rai Uno e inaugura la sua collaborazione con Pier Francesco Pingitore. Recita in La madama (1976) e in L’imbranato (1979) per poi dedicarsi solo alla televisione.

Oreste Lionello è stato un attore e doppiatore dal carattere vivace, un vero punto di riferimento per i suoi colleghi e che, tra i numerosi premi ottenuti in carriera, ha ricevuto il “Leggio D’Oro” nel 2006.

Nel 1983 conduce un’edizione di Al Paradise e continua a lavorare insieme a Pingitore, con cui realizza Biberon (1987) e Saluti e Baci (1993). In questi varietà fa la parodia di politici come Andreotti o personaggi famosi del calibro di Mike Bongiorno.

Negli ultimi anni della sua carriera resta ancora legato al Bagaglino, con cui realizza altri spettacoli televisivi, da Gran Caffè (1998) a Saloon (2001) per poi dedicarsi saltuariamente al doppiaggio. Tra le persone con cui ha collaborato figura Pippo Franco. Nel 2008 torna al cinema con No Problem, pellicola diretta da Vincenzo Salemme. L’anno seguente, nel febbraio del 2009, dopo una lunga malattia, Lionello muore nella sua amata Roma.

[Foto: https://www.giffonifilmfestival.it]20

Loading...