Gerard Depardieu

Paese: Francia

Altezza: 180 cm

Peso: 100 kg

Età: 69 anni

Segno: Capricorno Capricorno

Gérard Depardieu è un attore francese nato a Chateauroux il 27 dicembre del 1948.

Nella sua lunga carriera Depardieu ha lavorato con i più importanti registi del mondo diventando uno degli attori francesi più amati di sempre, oltre ad aver vinto tre Premi César.

La sua è un’adolescenza turbolenta, vissuta in povertà e marinando la scuola. Depardieu, a soli quindici anni, rimane coinvolto in un crimine di poco conto, ma che comunque costringe suo padre a cercare di tenerlo lontano da alcune amicizie che influenzano il suo carattere.

Negli anni Settanta si avvicina alla recitazione, materia di cui è un grande appassionato, e partecipa a moltissimi provini. Nel 1972 riceve un buon successo di pubblico con il film Il clan dei Marsigliesi, che ha tra i suoi protagonisti Jean-Paul Belmondo. In seguito realizza molte pellicole di vario genere, da Stavinsky il truffatore (1974) a I baroni della medicina (1976).

Nel 1976 arriva per lui la consacrazione: il regista Bernardo Bertolucci gli affida il ruolo di Olmo nel film capolavoro Novecento, che vede nel cast di attori anche il mitico Robert De Niro. Nello stesso periodo recita anche in Barocco (1976), di André Techiné.

Due anni dopo torna a lavorare in Italia nel film Ciao maschio (1978), una pellicola di Marco Ferreri. Il suo rapporto con i registi italiani prosegue con L’ingorgo (1979) di Luigi Comencini, e Temporale Rosy (1980), di Mario Monicelli.

Vince il Premio César con L’ultimo metrò (1980), e inaugura gli anni Ottanta con Lo specchio del desiderio (1983) e La ragazza senza fissa dimora (1986). Ma l’apice del successo lo ottiene con Cyrano de Bergerac (1991), pellicola che gli consente di diventare l’attore dell’anno durante il Festival di Cannes, e Green Card – Matrimonio di convenienza, con cui riceve il Golden Globe.

Gérard Depardieu è un attore capace di recitare in qualsiasi ruolo, da quelli comici ai più drammatici. Tra le sue passioni ci sono le donne e il vino, ed è noto per la sua propensione ad alzare talvolta il gomito.

Dopo il successo de Il conte di Montecristo, miniserie trasmessa anche in Italia nel 1999, la sua carriera subisce una parabola discendente. Recita in pochi film di qualità, L’ultima vacanza (2006), o di sicuro incasso al botteghino come Asterix alle Olimpiadi (2008).

Lavora per il regista Ang Lee in Vita di Pi (2012) e, nello stesso periodo, si lamenta per le tasse elevate che si pagano in Francia, per poi trasferirsi in Belgio. Nel 2018 recita in Twins e, nell’agosto dello stesso anno, riceve l’accusa di stupro da parte di una ballerina. L’inchiesta è nelle sue fasi preliminari, ma l’attore ha smentito qualsiasi aggressione.

Un voto per Gérard Depardieu? Nove!

Scopri lo Speciale “Attori“.

[Foto: https://hollywoodlife.com]

Loading...