Daniele Nardi

Paese: Italia

Altezza: 177 cm

Peso: 75 kg

Età: 42 anni

Segno: Cancro Cancro

Ci ha lasciati nel: 2019

Daniele Nardi è stato un alpinista italiano nato a Sezze il 24 giugno del 1976, e morto sul Nanga Parbat il 24 febbraio del 2019.

Daniele Nardi: la vita

Conosciuto nel nostro Paese e all’estero come uno dei più bravi alpinisti italiani, Daniele Nardi ha superato le sfide più impervie, scritto libri di successo e si è impegnato anche nel sociale prima che un tragico incidente mettesse fine alla sua vita.

Si appassiona alla montagna sin da bambino e, insieme alla sua famiglia, trascorre spesso le vacanze sulle Alpi. A soli sedici anni comincia a dedicarsi all’alpinismo e, nel 1995, scala le Grandes Jorasses, un gruppo di picchi rocciosi alti quattromila metri.

In seguito continua a dedicarsi a questo sport e diventerà in futuro istruttore di alpinismo, spiegando ai suoi allievi la cultura della montagna. Nel 2001 Nardi partecipa alla sua prima spedizione internazionale, che quell’anno si tiene sul Gasherbrum, e tocca gli ottomila metri di altezza scalando il Cho Oyu.

La sua “ossessione”

Negli anni seguenti si dedica al Nanga Parbat, montagna che per lui diventerà una sorte di ossessione, e di cui tenta la scalata in vari punti. Nel 2007 ottiene un grande risalto a livello nazionale la sua spedizione sul K2: la scalata viene seguita dalla Rai e, da essa, ne nascerà anche un documentario di grande successo realizzato da Marco Mazzocchi.

Nel 2009 raggiunge la vetta dell’Ama Dablam, nel Nepal, e due anni dopo, nel 2011, insieme al CNR organizza una spedizione sulla cima più alta del mondo, l’Everest. Qui viene allestito un centro di monitoraggio meteorologico per studiare il clima sulle alte quote.

Nel 2012 riceve dal CONI il premio “Paolo Consiglio” per i suoi meriti sportivi e, grazie all’apertura di una via lungo il monte del Bhagirathi, in Himalaya, ottiene il plauso dai colleghi alpini di tutto il mondo.

Gli ultimi anni

Due anni dopo tenta ancora la scalata del Nanga Parbat ma, a causa delle difficili condizioni meteo, deve rinunciare. Nel 2016 sposa Daniela Morazzano e, dalla loro unione, nel 2018 nasce il piccolo Mattia.

In seguito partecipa ad altre spedizioni e si attiva in modo concreto con i più giovani, facendo loro conoscere i trenta Articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DU). L’impegno nel sociale diventa una delle grandi battaglie nella parte finale della sua vita. Una vita interrotta nel febbraio del 2019, a causa di una valanga, durante la scalata del Nanga Parbat.

Daniele Nardi è stato un alpinista che nella sua breve vita è riuscito a scalare montagne e vette inaccessibili, un uomo che ha scritto alcuni libri insieme al giornalista Dario Ricci, ottenendo un buon successo.

[Foto: www.h24notizie.com]

Loading...