Vip ingrassati: le celebrità che non riescono a perdere peso

“Vip in evidente sovrappeso”, una frase che rallegra le casalinghe disperate e fa sperare le Ugly Betty nostrane. Infatti anche le celebrità internazionali amano mangiare e, guardando alcuni scatti, questo vizio capitale è palese.
Un nome fra tutti? Jessica Simpson, ex sex symbol ed ex magra. I media l’hanno definita “decisamente grassa“. Effettivamente Jessica, dopo le gravidanze, è irriconoscibile, e quei completini leopardati non l’aiutano di certo.

Ovviamente non possiamo tralasciare Christina Aguilera, prima idolo degli adolescenti, poi musa dei loro papà ed infine mamma sexy. Per la categoria “Grasso è bello”, s’ intende. Lei dichiara di aver tentato invano di perdere peso e di essere arrivata poi ad accettarsi così, lontana dagli standard di magrezza odierni.

1

Gli uomini non sono da meno; vip conosciuti in tutto il mondo, che pieni di autostima e soldi, pensano di poter dimagrire in un batter d’occhio. Un nome? Russel Crowe. Ingrassato per recitare in un film, oggi sembra il meccanico capellone della porta accanto. Indiscutibilmente affascinante, con qualche chilo in più sembra più umano (e meno inavvicinabile).
Christian Bale invece ha guadagnato i suoi chili etto per etto, sudandoseli, per interpretare anche lui un importante ruolo cinematografico. È evidente che suderà anche per dimagrire no? Mica è un onere solo di noi comuni mortali!

E invece Mike Tyson? Mangia tutto, soprattutto orecchie umane. Ed ingrassa a dismisura, per poi seguire una dieta sana e rimediare. Effetto fisarmonica, insomma. E mentre Jared Leto rinuncia ad accettare altri ruoli per cui deve ingrassare, Britney Spears perde il suo status da sex symbol e prende chili su chili, a causa di gravidanze e cibo spazzatura anche se negli ultimi tempi sta provando a perdere peso seguendo la famosa dieta dei lecca-lecca.

E sempre per la categoria “Vip grassi che non riescono a perdere peso”, Keanu Reeves per mesi è apparso goffo e trasandato, nonostante lo sguardo magnetico ed il talento. Insomma, non solo i comuni mortali combattono con l’ago della bilancia.