Valerio Mastandrea

Paese: Italia

Altezza: 178 cm

Peso: 79 kg

IMC: 24.93 - Peso ideale 

Età: 45 anni

Segno: Acquario Acquario

Valerio Mastandrea è un attore nato a Roma, il 14 febbraio del 1972, ed è uno dei volti più interessanti del nuovo cinema italiano.

Artisticamente parlando Valerio nasce in teatro con spettacoli come Cronaca di un amore violato diretto da Giacomo Battiato e trascorre i suoi anni giovanili nel quartiere della Garbatella tifando con grande passione la squadra calcistica della Roma.

La sua prima apparizione in televisione è durante una puntata del celebre Maurizio Costanzo Show del 1994 e nello stesso anno fa il suo debutto sul grande schermo nel film Ladri di cinema in cui recita anche un giovanissimo Neri Marcorè.

L’anno successivo ritorna in teatro e diventa autore di uno spettacolo di grande successo, La luna e l’asteroide, che ottiene ottimi consensi sia di critica che di pubblico. Nella stagione 1998\1999 fa parte del cast di Rugantino, commedia musicale di Garinei e Giovannini in cui recita anche una magnifica Sabrina Ferilli.

La notorietà per Mastandrea arriverà grazie a un film di successo come Palermo Milano solo andata (1995) in cui recita accanto a grandi nomi del cinema italiano come Giancarlo Giannini e Raoul Bova: grazie a questa pellicola Mastandrea diventa un attore molto richiesto da parte dei giovani registi italiani.

Nel 1997 lavora in Viola bacia tutti, una divertente commedia con protagonista Asia Argento e Massimo Ceccherini e Tutti giù per terra, pellicola in cui Mastandrea interpreta un giovane e apatico disoccupato di Torino. Nel 2000 prende parte alle riprese di Zora la vampira, una sfortunata produzione di Carlo Verdone per la regia dei Manetti Bros in cui si è tentato di mescolare l’umorismo con il genere horror.

Con Velocità Massima (2002) Mastandrea ottiene invece un buon successo al botteghino, interpretando il giovane meccanico Stefano con la passione per gare automobilistiche ai limiti di velocità.

Lavora con registi affermati quali Ettore Scola nel film Gente di Roma (2003) e Nanni Moretti in Il caimano (2006). Nel 2009 partecipa al musical Nine con Nicole Kidman e, con La prima cosa bella (2010), ottiene il suo primo David di Donatello come miglior attore protagonista. Nello stesso anno pubblica anche un romanzo dal titolo “Chiedo scusa”, scritto con lo pseudonimo di Saverio Mastofranco.

Il 2013 è l’anno della consacrazione per Valerio Mastandrea: le sue qualità come attore hanno avuto un grande risalto grazie a film come Gli equilibristi e Viva la libertà, pellicole che gli hanno fatto vincere altri due David di Donatello.

Personaggio eclettico come pochi, Valerio ha scritto con il fumettista Zerocalcare la sceneggiatura di un film che uscirà in futuro e, nel 2014, è tornato al cinema con The Face of Angel del regista Michael Winterbottom sulle vicende giudiziarie dell’omicidio di Meredith Kirkcher.

In questo periodo Valerio Mastandrea vive a Roma con l’attrice Valentina Avenia da cui ha avuto un figlio. Un voto per le sue qualità artistiche? Nove!

[foto: www.style.it]

Loading...