Totò

Paese: Italia

Altezza: 165 cm

Peso: 68 kg

IMC: 24.98 - Peso ideale 

Età: 69 anni

Segno: Acquario Acquario

Ci ha lasciati nel: 1967

Antonio De Curtis è stato un attore e comico italiano nato a Napoli il 15 febbraio del 1898 e morto a Roma il 15 aprile del 1967.

Totò è stata una delle ultime maschere del teatro italiano, un attore straordinario che ha incantato con la sua comicità e il suo incredibile dinamismo intere generazioni di spettatori. Inizia la sua carriera artistica sui palcoscenici più scalcinati, dopo aver trascorso un’infanzia difficile a causa di alcuni problemi famigliari.

Nel 1918 comincia a esibirsi in alcune storiche parodie e nella macchietta “Il Bel Ciccillo”, con cui ottenne i primi timidi consensi. I compensi teatrali sono scarsi ma, soprattutto, è la difficoltà nel trovare un lavoro stabile a costringere il giovane Totò ad arrangiarsi come può.

Nella seconda metà degli anni Venti diventa uno dei nomi di spicco del Varietà. Celebre resta la sua imitazione del noto macchiettista Gustavo De Marco, che Totò perfeziona negli anni, ottenendo uno straordinario successo. Nel 1929 vive un tragico episodio: Liliana Castagnola, celebre soubrette dell’epoca, con cui aveva una tormentata relazione, si toglie la vita.

Nel 1932 Totò porta in scena lo spettacolo “Charlot per amore”, tributo al grande attore inglese. Bisognerà però aspettare ancora qualche anno per il suo debutto al cinema: nel 1937, infatti, esce il film Fermo con le mani che ottiene un buon successo. Per i trent’anni successivi realizzerà quasi cento pellicole, molte delle quali stroncate dalla critica, ma amatissime dal pubblico.

Dopo alcuni film di scarso interesse, nel 1948 recita nella commedia sportiva Totò al giro d’Italia, ma è con Totò le Mokò (1949) che realizza una delle sue migliori prove d’attore. Nello stesso periodo gira ben cinque pellicole e, nel 1950, il divertentissimo 47 Morto che parla.

Totò è stato uno dei più grandi attori italiani, ma anche un punto di riferimento per i giovani che vogliono fare questo mestiere.

Negli anni Cinquanta la sua carriera raggiunge l’apice con Guardie e Ladri, Miseria e Nobiltà e L’Oro di Napoli. Insieme a Peppino De Filippo recita in numerosi film, tra cui il celebre Toto, Peppino e… la Malafemmina, e Totò Truffa 62.

Con Uccellacci e Uccellini, film di Pier Paolo Pasolini, ottiene il consenso della critica specializzata e il Nastro D’Argento come miglior attore. Oltre ad aver realizzato il celebre componimento poetico ‘A Livella, Totò ha partecipato come ospite televisivo a Studio Uno, trasmissione del 1966 condotta da Mina.

Il 15 aprile del 1967 Totò muore nella sua casa romana, al fianco della sua compagna, l’attrice Franca Faldini. Negli ultimi anni gli sono stati dedicati tantissimi special televisivi curati da Giancarlo Governi, e uno da sua figlia Diana De Curtis nel 2009.

[Foto: Internet Culturale]