Sergio Rubini

Paese: Italia

Altezza: 178 cm

Peso: 70 kg

IMC: 22.09 - Peso ideale 

Età: 57 anni

Segno: Sagittario Sagittario

Sergio Rubini è uno degli attori italiani più bravi e ammirati che siano attualmente in circolazione. Nato a Grumo Appula, in provincia di Bari, nel 1959, fin da adolescente manifesta una spiccata propensione per la recitazione.

A sedici anni mette in scena qualche spettacolo teatrale e a 20 si trasferisce a Roma dove viene preso all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica. Il teatro è la sua prima destinazione, come attore, ben presto seguito, però, da alcuni ruoli cinematografici, dove esordisce, nel 1985, nel film Figlio mio infinitamente caro di Valentino Orsini. Intanto partecipa ad alcune trasmissioni radiofoniche e, mentre è in Rai, conosce Umberto Marino, con il quale stringerà un rapporto fondamentale per la sua carriera. Marino scrive per lui il monologo teatrale Perché avrei dovuto sposare Angela Marvulli?

Del 1990, invece è la trasposizione cinematografica di un’altra opera teatrale di Marino, La Stazione, film che regala a Rubini, impegnato per la prima volta alla regia, i premi Nastro d’Argento e David di Donatello per la migliore opera prima. Nella pellicola recita con lui la fresca sua moglie Margherita Buy.
La carriera di Rubini prosegue alternandosi tra il ruolo di attore e quello di regista. Come interprete lavora per nomi nuovi come Giuseppe Piccioni, che lo guida in Il grande Blek, Chiedi la luna e Condannato a nozze, lavori che risalgono all’inizio degli anni ’90, ma anche con registi già molto affermati come Giuseppe Tornatore, con cui lavora in Una pura formalità, del 1994.

La sua bravura si esprime soprattutto attraverso la grande poliedricità, che lo porta a interpretare con la stessa efficacia, ruoli drammatici e ruoli divertenti, come è, per esempio, quello del Dj in Al lupo al lupo di Carlo Verdone o dell’improbabile professore di filosofia nella pellicola Denti di Gabriele Salvatores.
Questa grande attività attoriale non ferma comunque la sua carriera di regista, che passa per importanti lungometraggi come Tutto l’amore che c’è, Prestazione straordinaria, Il viaggio della sposa e altri. Tutti lavori in cui Rubini tiene per sé anche una parte da attore.

Affermato e riconosciuto in tutta Italia, il suo volto riesce a varcare anche l’oceano. Sergio prende parte al film pluripremiato agli Oscar, Il talento di Mr. Ripley, diretto da Anthony Minghella e alla grandiosa produzione fortemente voluta da Mel Gibson, The Passion.
In Italia, invece, la sua attenzione si concentra spesso sulla sua terra d’origine, senza tralasciare i risvolti autobiografici, come quelli apertamente dichiarati di L’amore ritorna, in cui il ruolo che rispecchia le vicende di Sergio Rubini, attore, è impersonato da Fabrizio Bentivoglio, mentre la ex moglie è Margherita Buy, come nella realtà.

[foto: www.zimbio.com]