Ron Howard

Paese: Stati Uniti

Altezza: 175 cm

Peso: 77 kg

IMC: 25.14 - Sovrappeso 

Età: 63 anni

Segno: Pesci Pesci

Ron Howard è un attore e regista americano nato a Duncan il 1° marzo del 1954.

Ottenuta la notorietà con il ruolo di Richard Cunningham nella serie Happy Days, Howard negli ultimi anni della sua carriera si è distinto per la regia di una numerosa serie di film che hanno avuto un enorme successo in tutto il mondo.

Recita sin da bambino esordendo in un episodio di Ai confini della realtà (1959), quando ha soltanto cinque anni. Nello stesso periodo fa il suo debutto cinematografico nel film Pellerossa di frontiera (1959) e partecipa a diversi show televisivi. Negli anni Sessanta recita in vari film, La fidanzata per papà (1963) e A Boy Called Nuthin’ (1969), pellicola mai tradotta in Italia.

Howard ottiene il primo ruolo importante in Lassie (1970) ed entra nel cast de La famiglia Smith (1971), serie con Henry Fonda. Dopo alcune esperienze di poco conto, nel 1974 inizia la sua collaborazione in Happy Days, serie ormai cult in tutto il mondo. Recita in tutti gli episodi, interpretando il timido Richard Cunningham, fino al 1984, quando decide di lasciare il cast.

Dopo il successo ottenuto con Happy Days, Howard vuole dare una svolta alla sua carriera e si dedica alla regia. Dirige alcuni cortometraggi e, nel 1977, debutta con Attenti a quella pazza Rolls Royce, di cui è anche autore della sceneggiatura.

Bisognerà aspettare gli anni Ottanta per assistere al suo primo trionfo ai botteghini, soprattutto grazie a Cocoon – L’energia dell’universo (1985), pellicola che ottiene un grande successo. In seguito Howard dirige Willow (1988), Fuoco Assassino (1991) e Cuori ribelli (1992), film con protagonisti Nicole Kidman e Tom Cruise.

Howard si dimostra regista di razza con Apollo 13 (1995), film che gli permette di ottenere la prima nomination ai Golden Globe. L’anno seguente dirige Ransom – Il riscatto (1996) e Il Grinch (2000), pellicola in cui recita anche in un piccolo ruolo.

Ron Howard è un attore e regista che, come Clint Eastwood e altri grandi di Hollywood, ha dimostrato di saper svolgere queste due rispettive professioni con estrema bravura.

Con A Beautiful Mind (2001) ottiene finalmente due Premi Oscar e il successo internazionale. Negli anni Duemila riesce a dirigere pellicole vario genere, dal western The Missing (2003), allo storico-biografico Frost/Nixon – Il duello (2008).

Dopo il successo di Rush (2013) nel 2016 realizza Inferno, terzo capitolo della serie di film dedicati ai libri di Dan Brown, e un documentario sui Beatles.

Un voto per il bravissimo Ron Howard? Nove!

[Foto: skyrock.com]

Loading...