Roberto Maroni

Paese: Italia

Altezza: 175 cm

Peso: 73 kg

IMC: 23.84 - Peso ideale 

Età: 62 anni

Segno: Pesci Pesci

Roberto Maroni è un politico italiano nato a Varese il 15 marzo del 1955.

Nel corso della sua carriera Maroni si è distinto in vari ruoli istituzionali, dalla sua recente esperienza come Ministro degli Interni a quello di Segretario Federale della Lega Nord.

Studia e si diploma in un liceo della sua città e, sin da giovane, inizia a interessarsi di politica schierandosi, a partire dai primi anni Settanta, con Democrazia Popolare, un partito vicino all’estrema sinistra. In quel periodo Maroni si dedica anche alla radio e partecipa ad alcuni talk show su Radio Varese.

Nel 1979 avviene un incontro che cambierà per sempre la sua vita quando, durante una kermesse politica, conosce Umberto Bossi. Maroni l’anno seguente comincia a interessarsi in modo concreto ai primi movimenti indipendentisti del Nord e, nel 1984, fonda la Lega Lombarda insieme a un gruppo di amici.

Nel 1985 diventa consigliere regionale della città di Varese. In seguito ottiene la laurea in Giurisprudenza e inizia il percorso di praticante nello studio legale dell’avvocato Roberto Calvi. In quel periodo diventa anche manager per la Avon, una nota società di cosmetici famosa in tutta Europa.

Nel 1989, dopo aver svolto diversi ruoli nell’ambito lavorativo, Maroni torna a occuparsi di politica e fonda la Lega Nord. Tre anni dopo diventa un membro della Camera dei Deputati e, nel 1994, durante il Primo Governo Berlusconi, per otto mesi mantiene la carica di Vicepresidente del consiglio dei Ministri.

Nel settembre del 1996 insieme a Bossi firma la dichiarazione d’indipendenza della Lega. Due anni dopo viene condannato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale a otto mesi di carcere, ma in seguito la pena sarà poi commutata a una multa di circa cinquemila euro.

Roberto Maroni è un politico che ha fatto la storia della Lega Nord, ma anche il tastierista di una band soprannominata “Distretto 51”, con cui ha pubblicato un album di cover nel 2005.

In seguito occupa la carica di Ministro del Lavoro e poi quella per la Difesa. Nel 2009 viene approvato il “Decreto Maroni”, una serie di norme incentrate sulla sicurezza dei cittadini, e nel luglio del 2012, viene eletto Segretario Federale della Lega Nord.

L’anno seguente ottiene l’incarico di Governatore della Lombardia ma nel 2014 compare sul registro degli indagati nell’indagine sulle presunte irregolarità avvenute a Expo. Nel maggio del 2017, in un’intervista rilasciata al Correre della Sera, dichiara conclusa la fase “lepenista”, ossia in favore di Marine Le Pen, per quanto riguarda il suo partito.

Un voto per Roberto Maroni? Otto!