Roberto Benigni

Paese: Italia

Altezza: 165 cm

Peso: 60 kg

IMC: 22.04 - Peso ideale 

Età: 65 anni

Segno: Scorpione Scorpione

L’attore e regista Roberto Benigni nasce il 27 ottobre del 1952 a Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo. I suoi primi contatti con la recitazione risalgono ai tempi delle scuole superiori, quando si esibisce in vari spettacoli con la compagnia dell’Istituto per l’Industria e il Commercio di Prato.

Nel 1972, quindi, deciso a proseguire sulla strada che porta al mondo dello spettacolo, si trasferisce a Roma, e qui, con gli amici Aldo Buti, Silvano Ambrogi e Carlo Monni, si esibisce al teatro dei Satiri, portando in scena lo spettacolo I Burosauri. Comincia a farsi conoscere al grande pubblico negli anni ‘ 70, recitando alcuni monologhi dissacranti e provocatori (uno dei suoi autori è Giuseppe Bertolucci).

Sempre in questo periodo, arriva la chiamata della televisione, con la serie tv Onda Libera, e nel 1977, per lui, si aprono le porte del cinema: Giuseppe Bertolucci lo vuole per la pellicola Berlinguer ti voglio bene, mentre due anni dopo, a chiamarlo per il film La luna, sarà l’altro Bertolucci, Bernardo. Seguono altre pellicole, come Letti selvaggi e Chiaro di donna, di Costa-Gavras, sempre nello stesso anno.

Gli anni ‘ 80 si aprono con il film Chiedo asilo, di Marco Ferreri, il Pap’occhio, di Renzo Arbore, e F.F.S.S. cioè… che mi hai portato a fare sopra Posillipo se non mi vuoi più bene? (1983). Il 1984 è invece l’anno della sua accoppiata vincente con l’attore e regista Massimo Troisi, nel divertente Non ci resta che piangere, mentre due anni dopo viene diretto dal regista Jim Jarmusch (conosciuto per caso, giocando a biliardo) in Daunbailò, film nel quale il Roberto nazionale interpreta un uomo scappato dal carcere di New Orleans; il ruolo gli fa vincere il Nastro d’Argento come miglior attore.

Il 1988 è l’anno in cui dirige Walter Matthau ne Il piccolo diavolo, mentre nel 1990 è lui ad essere diretto da Federico Fellini, ne La voce della luna; l’anno seguente fa il regista e il protagonista dell’esilarante Johnny Stecchino. A questa pellicola seguono un film da attore, Il figlio della Pantera Rosa, di Blake Edwards, e uno da regista, lo spassosissimo Il mostro (1994). La consacrazione a livello internazionale arriva nel 1998, quando commuove il mondo con La vita è bella: il film si aggiudicherà ben tre Oscar, tra cui quello per il miglior film straniero e per il miglior attore protagonista.

In seguito, fa il regista e recita in Pinocchio (2002) e La tigre e la neve (2005). Nel 2012 l’attore incontra Woody Allen sul set del film To Rome with Love.
Roberto Benigni è sposato dal 1991 con l’attrice Nicoletta Braschi. Un voto per il Roberto nazionale? 8!

[foto: www.bestmovie.it]