Ricky Tognazzi

Paese: Italia

Altezza: 179 cm

Peso: 88 kg

IMC: 27.46 - Sovrappeso 

Età: 62 anni

Segno: Toro Toro

Ricky Tognazzi è un regista e attore italiano nato a Milano il 1° maggio del 1955.

Suo padre Ugo è stato uno dei più grandi interpreti del nostro cinema , ma Ricky Tognazzi è riuscito, nonostante il cognome che porta, a diventare uno dei migliori registi in Italia.

Inizia a recitare nel film I Mostri (1963), in cui partecipa anche suo padre, e frequenta l’istituto di cinematografia e televisione Roberto Rossellini. Ottiene il diploma nel 1975 e, l’anno seguente, compare nel film Cattivi Pensieri (1976).

Negli anni Settanta Tognazzi realizza film di grande successo, anche se ottiene ruoli minori e non da protagonista, come Dove vai in vacanza? (1978) e I viaggiatori della sera (1979). Con Arrivano i bersaglieri (1980) torna a recitare insieme a suo padre, mentre in Qualcosa di biondo (1985) vince il David di Donatello come miglior attore.

Si trasferisce in Inghilterra e studia per diventare regista, poi ritorna in Italia e frequenta il “Dams”, corso di lettere e filosofia che ha sede nella città di Bologna. Tognazzi fa il suo esordio dietro alla macchina da presa con Fernanda, un divertente episodio compreso nel film Piazza Navona (1988).

L’anno seguente dirige Piccolo equivoci (1989) ottenendo un David come miglior regista esordiente e, nello stesso periodo, recita in Tempo di uccidere (1989), pellicola con protagonista Nicolas Cage.

Negli anni Novanta Tognazzi raggiunge la consacrazione come regista, prima realizzando Ultrà (1991), film che ottiene un grande successo presso il botteghino, e poi con La scorta (1993), pellicola poliziesca presentata al Festival di Cannes con cui vince un altro David.

Ricky Tognazzi è un attore che è riuscito a imporsi soprattutto come regista, diventando un autore che dirige i suoi film con una grande cura peri dettagli. Tifosissimo del Milan, da alcuni anni ha una relazione con la sceneggiatrice Simona Izzo.

Nel 1996 dirige Vite strozzate e torna a recitare in Il cielo in una stanza (1999). Negli anni Duemila si dedica alla regia televisiva: realizza Il Papa buono (2003) e il thriller L’isola dei segreti (2009). Nel 2010 è la volta de Il padre e lo straniero, film scritto in collaborazione con Simona Izzo, e Mia madre, miniserie in due puntate con protagonista Bianca Guaccero.

Nel 2013 realizza uno spot per il Ministero della Salute e, due anni dopo, dirige Pietro Mennea – La freccia del Sud (2015). Nel maggio del 2016 cura la regia delle due puntate di Boris Giuliano – Un poliziotto a Palermo. Nel 2017, insieme alla Izzo, è vittima di una rapina avvenuta all’interno della sua villa.

Un voto per Ricky Tognazzi? Nove!