Quentin Tarantino

Paese: Stati Uniti

Altezza: 180 cm

Peso: 82 kg

IMC: 25.31 - Sovrappeso 

Età: 54 anni

Segno: Ariete Ariete

Nato a Knoxville nel Tennessee, da piccolo forse Quentin Tarantino non immaginava neanche lontanamente che sarebbe diventato un regista, sceneggiatore, produttore e anche attore conosciuto e amato in tutto il mondo.

Come regista è da sempre tendente a fare film come b-movies, film splatter o del genere cosiddetto exploitation, ossia pellicole dove il sesso e la violenza hanno un ruolo fondamentale. Ma Tarantino ha una passione cinematografica che non tutti conoscono. Qual è? Curiosamente si tratta proprio del cinema italiano, in particolare quello dei primi anni settanta, ossia i film di Sergio Leone, Dario Argento, Mario Bava e Lucio Fulci.

Nel suo ultimo film Django Unchained, che è uscito nel 2012 e si è affermato come il più grande successo di Quentin al botteghino con oltre cento milioni di dollari incassati in poco più di una settimana, il noto regista riprende temi alla spaghetti western e narra la storia di Django, uno schiavo di colore che una volta ottenuta la libertà diventa cacciatore di taglie.

Il film, non a caso, è un omaggio all’omonima pellicola italiana degli anni settanta che aveva come protagonista Franco Nero. Agli Oscar del 2013 questo film ha ottenuto ben due statuette, una per Christopher Waltz come miglior attore non protagonista e una proprio per Tarantino per la migliore sceneggiatura, un premio che non otteneva da anni, esattamente da Pulp Fiction, il suo secondo lavoro che, dopo Le Iene, lo ha consacrato come grande regista a livello mondiale.

Nella sua lunga carriera l’artista del Tennessee ha collezionato tanti altri grandi successi, come la saga di Kill Bill, che ha portato una grande fortuna anche a Uma Thurman, attrice musa ispiratrice di Quantin in molte occasioni, come in precedenza nello stesso Pulp Fiction.

Tarantino ha fatto anche qualcosa a teatro, a Broadway, e ha diretto persino un episodio della nota serie televisiva CSI Scena del Crimine: si tratta dell’episodio finale della quinta stagione, intitolato Sepolto Vivo, in cui il regista ripropone una storia già vista in Kill Bill, ossia un uomo viene sepolto vivo in una bara, proprio come accadeva alla Sposa in Kill Bill.

Tarantino ha dichiarato di aver accettato di girare questo episodio perché è un grande fan di questo telefilm poliziesco. Ma il suo grande amore resta e resterà sempre il cinema ed è, in effetti, il campo dove Quentin rende di più: un altro suo grande successo risale al 2009 quando con Bastardi senza gloria ha conquistato Cannes e si è aggiudicato ben otto nomination agli Oscar, anche se poi ne ha vinta solo una ed è stato ancora una volta Christopher Waltz ad aggiudicarsela come miglior attore non protagonista, quando in quel periodo era ancora sconosciuto al grande pubblico.

Nel cast di questo film ambientato durante la seconda guerra mondiale si annoverano grandi nomi come quello di Brad Pitt. Dopo Django, Tarantino si è preso una pausa, come ogni tanto fa tra un film e l’altro. Ma si sta davvero risposando? Secondo le ultime indiscrezioni, il regista non starebbe affatto con le mani in mano, anzi, starebbe lavorando da tempo al terzo film della trilogia di film storici che comprende, appunto, Bastardi senza Gloria e Django: il titolo provvisorio del nuovo lavoro sarebbe Killer Crow e si tratterebbe di una storia ambientata nel 1944, in seguito allo sbarco in Normandia degli Alleati.

Secondo quanto dichiarato recentemente dal regista, questa trama doveva far parte della sceneggiatura di Bastardi senza gloria ma poi ha deciso di farne un film a parte perché si è reso conto che era una storia interessante che poteva funzionare anche da sola. I fan di Tarantino adesso attendono con ansia l’uscita di questo nuovo film che probabilmente si rivelerà essere un altro successo. Ma l’attesa è quasi finita: l’uscita di Killer Crow è infatti prevista per il 2014.

[foto: mobo.com]

Loading...