Mike Tyson

Paese: Stati Uniti

Altezza: 178 cm

Peso: 95 kg

IMC: 29.98 - Sovrappeso 

Età: 51 anni

Segno: Cancro Cancro

Mike Tyson è l’atleta più controverso della storia pugilistica statunitense. Nato in un quartiere povero di Brooklyn il 30 giugno del 1960 Mike ha avuto il suo massimo splendore come atleta negli anni ottanta. I suoi genitori divorziano quando ha solo due anni e sua madre si trasferisce in un quartiere malfamato dedicandosi all’alcol. E’ l’inizio di un periodo buio della vita di Tyson cresciuto in mezzo a ragazzi dediti al crimine e con la passione per i piccioni che alleva in un vecchio edificio abbandonato. In questi primi anni della sua esistenza travagliata ci sono tanti aspetti che potrebbero far capire il percorso caratteriale di quest’uomo, giudicato come una delle figure peggiori nello sport degli ultimi venticinque anni.

Dopo alcuni mesi di riformatorio conosce Cus d’Amato, un allenatore di pugili molto famoso all’epoca che, dopo la morte della madre, adotta Tyson nel 1982. Durante quegli anni Mike comincia la sua carriera da dilettante e vince numerosi incontri, ma è il 6 marzo del 1985 che quest’atleta di colore comincia a farsi notare sui ring professionistici. I suoi KO fulminei e la rabbia con cui attacca l’avversario, fanno di Tyson il pugile simbolo degli anni ottanta. A soli venti anni vince il suo primo titolo mondiale e nella sua carriera, chiusa definitivamente nel 2005, Tyson disputerà cinquantotto incontri vincendone cinquanta con soltanto sei sconfitte e due no-contest.

Quando la sua carriera sembra avviata al successo, arriva nel 1991 una condanna per stupro ai danni di Desiree Washington. Il processo è un evento mediatico, il pubblico si divide tra chi pensa in un intrigo ai danni di Tyson e chi invece ritiene il pugile un criminale. Mike riceve una condanna per dieci anni ma ne sconterà soltanto tre. Torna al pugilato in due epici scontri con Evander Holyfield : nel primo incontro Mike perde all’ottava ripresa per KO, mentre nella rivincita, disputata il 28 giugno del 1997 a Las Vegas, Tyson stacca con un morso un pezzo dell’orecchio di Holyfield, un gesto che gli causerà la sospensione per un anno da qualsiasi attività sportiva.

Nel 2002 affronta e perde contro il campione britannico Lennox Lewis. Nel 2003 Tyson dichiara bancarotta, ma nel 2009 accade l’evento più doloroso della sua vita, la perdita per soffocamento della figlia di quattro anni in un incidente domestico. Mike Tyson è un pugile forte il cui nome entrerà sicuramente nella storia pugilistica americana. Uomo controverso, ha vissuto un’infanzia terribile e una vita caratterizzata da momenti dolorosi che il regista Spike Lee ha voluto celebrare in un film per la televisione del 2013, Mike Tyson: Undisputed Truth in cui il pugile racconta tutta la sua storia.

[foto: www.blog1.dhstewart.com]