Michele Zarrillo

Paese: Italia

Altezza: 183 cm

Peso: 80 kg

IMC: 23.89 - Peso ideale 

Età: 60 anni

Segno: Gemelli Gemelli

Michele Zarillo è un cantautore italiano nato a Roma il 13 giugno del 1957.

Zarillo inizia a suonare la chitarra da autodidatta ed entra in vari gruppi musicali, tra cui i Semiramis, con cui realizza, a partire dal 1972, vari dischi. Dopo alcuni anni trascorsi a sperimentare diversi generi inizia a comporre melodie e brani pop che diventeranno, in seguito, il suo marchio di fabbrica.

Nel 1979 ottiene il primo posto al Festival di Castrocaro grazie al brano Indietro no. Nello stesso periodo dimostra le sue doti di paroliere componendo brani per Renato Zero e la bravissima Ornella Vanoni. Per l’uscita del suo primo album bisognerà attendere ancora tre anni. Nel 1982 debutta come solista con Sarabanda: in questo disco sono presenti diversi brani del suo repertorio con i Semiramis, e Su quel pianeta libero, canzone con cui ha partecipato al Festival di Sanremo.

Nel 1987 ritorna sul palco dell’Ariston e ottiene la vittoria con La notte dei pensieri, canzone che presenta nella categoria “nuove proposte”. Zarillo si conferma come uno dei giovani più interessanti del periodo e, l’anno seguente, pubblica Soltanto amici (1988).

Dopo un lungo periodo d’inattività decide di tornare in sala di registrazione con Adesso (1992), album prodotto da RTI Music. In seguito realizza Come un uomo tra gli uomini (1994), disco trainato dal singolo Cinque giorni, che diventa una grande hit sul mercato e che sancisce la sua definitiva consacrazione.

Nel 1996 Zarillo partecipa per la prima volta al Festivalbar, e presenta il suo nuovo disco, L’elefante e la farfalla. Si tratta di un album piuttosto controverso in cui il cantautore romano dà sfogo a brani intimisti tra cui L’infanzia negata e Come hai potuto. Con L’amore vuole amore (1997), propone Ragazza d’argento e diverse hit del passato.

Michele Zarillo è un cantautore italiano che può vantare una lunga carriera musicale iniziata negli anni Settanta, ma è anche l’autore di canzoni d’amore ormai entrate nel cuore dei suoi fan.

Negli Anni Duemila realizza diversi progetti musicali: da Il vincitore non è (2001) a Unici al mondo (2011). Nel mese di giugno del 2013 Zarillo resta vittima di un tremendo infarto, ma per fortuna senza gravi complicazioni. Torna sul palco dopo più di un anno e partecipa a un concerto eseguito presso l’Auditorium Parco della Musica.

Dopo sei anni lontano dalle scene musicali, Zarillo decide di lavorare a un nuovo album, Vivere e Rinascere, e conferma la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2017.

Un voto per Michele Zarillo? Dieci!