Massimiliano Allegri

Paese: Italia

Altezza: 181 cm

Peso: 73 kg

IMC: 22.28 - Peso ideale 

Età: 49 anni

Segno: Leone Leone

Massimiliano Allegri è un ex calciatore e allenatore italiano nato a Livorno l’11 agosto del 1967.

Quella di Allegri è una carriera calcistica cominciata negli anni Ottanta, quando come centrocampista iniziò a giocare in varie squadre delle categorie inferiori, fino alla sua consacrazione da allenatore avvenuta sulle panchine di Milan e Juventus.

Debutta nelle Giovanili del Cuiopelli e dopo due stagioni arriva al Pisa. Nel 1989 viene acquistato dal Pro Livorno, società in cui gioca trentotto partite segnando otto gol. In quel periodo tutti i vari allenatori che ha avuto lo utilizzano come mezzala di centrocampo per via delle sue attitudine tattiche di sapersi inserire tra gli spazi.

Nella stagione 1990/1991 passa al Pavia, dove gioca come fantasista. In seguito arriva al Pescara e riesce a segnare sedici reti in sessantaquattro partite: la sua peculiarità di trovare sempre il gol gli permette di trovare mercato in altri club, tra cui il Cagliari, dove gioca tre anni e raggiunge anche una semifinale di Coppa Uefa.

Nel corso degli anni Novanta milita in altri club, tra cui il Perugia e il Napoli. Nel 1998 torna a Pescara, dove trascorre altre due stagioni, ma nel 2000 viene ceduto dalla società alla Pistoiese. Ormai la sua carriera di calciatore in quel periodo si avvia verso una fase calante e Allegri decide di lasciare il calcio giocato per diventare allenatore.

Nel 2003 debutta sulla panchina dell’Aglianese e, sempre in C-1, nel 2004 guida la Spal. In queste sue prime esperienze Allegri dimostra di avere ottime attitudini come allenatore, ma quello che gli manca è una squadra che possa condurlo nelle categorie più importanti.

Dopo un anno trascorso ad allenare il Grosseto, nella stagione 2007/2008 Allegri passa al Sassuolo, club con cui raggiunge la promozione in Serie B e con cui vince la “Panchina D’Oro” e una Supercoppa di Serie C-1.

Massimiliano Allegri è un ex calciatore e allenatore che, nel corso degli anni, è stato soprannominato “Acciuga”, un uomo ironico e dalla battuta pronta che in carriera ha ottenuto il prestigioso “Premio Nazionale Enzo Bearzot”.

I successi ottenuti con il Sassuolo gli consentono di esordire in Serie A con il Cagliari. Nel 2010 arriva al Milan, club con cui ottiene la consacrazione definitiva vincendo un Campionato e una Supercoppa Italiana. In seguito, dopo l’addio di Antonio Conte, passa alla Juventus. L’arrivo nel club bianconero non è dei più facili per lui ma, sul finire della stagione 2014/2015, vince il primo dei suoi due Scudetti.

Nell’aprile del 2017 la sua Juventus batte il Barcellona in una gara di andata valida per il passaggio del turno di Champions League, vittoria che gli ha permesso di ottenere i complimenti dei suoi colleghi e della stampa internazionale.

Un voto per il bravissimo Massimiliano Allegri? Nove!

[Foto: thesun.co.uk]