Martino Ruggieri

Paese: Italia

Altezza: 180 cm

Peso: 78 kg

IMC: 24.07 - Peso ideale 

Martino Ruggieri è uno chef italiano nato a Martina Franca nel 1987.

Cresciuto in un piccolo paese di Taranto Ruggieri è divenuto in pochi anni uno degli chef più apprezzati all’Estero e vincitore alle selezioni italiane del prestigioso Bocuse d’Or, con cui ha ottenuta una meritata notorietà.

La sua è una famiglia dai sani principi cristiani, i genitori dediti al lavoro e un fratello cuoco che gli ha trasmesso la passione per questo mestiere. Ruggieri si diploma presso una scuola alberghiera nel 2005 e, in seguito, inizia ad avere le prime esperienze dietro ai fornelli.

Negli anni Duemila decide di ampliare la sua conoscenza delle ricette in ambito culinario e compie diversi viaggi in giro per l’Europa. Trascorre alcuni mesi in Germania, dove viene assunto come aiutante cuoco in un noto ristorante italiano di Dusseldorf.

Rientrato finalmente in Italia comincia a cercare un impiego nel nostro Paese con la consapevolezza di mettere a frutto tutta la sua esperienza acquisita all’Estero. Lavora in diversi ristoranti e decide di lasciare di nuovo la casa dei suoi genitori a Martina Franca per trasferirsi in Sardegna. In seguito parte per Torino e, nel 2010, Riccardo Camanini, un grande chef bergamasco, gli propone di andare in Francia.

Viene assunto nell’Atelier de Joel Robuchon, a Parigi, ed è in questa città che si confronta con la cucina francese. Ruggieri dietro ai fornelli dimostra di possedere tutte le capacità del cuoco provetto, ma gli manca soltanto di fare un ulteriore salto di qualità: dedicarsi all’imprenditoria.

Nel 2012 Ruggieri apre un ristorante in Australia e si occupa della gestione della cucina e dei piatti, ma anche di quello amministrativo. In seguito compie diversi viaggi in giro per l’Asia con l’obiettivo di fare esperienza e di confrontarsi con ricette e culture alternative.

Martino Ruggieri è uno dei più promettenti chef italiani, un giovane molto legato alle tradizioni della sua amata Puglia e che, tra i suoi hobby, adora viaggiare e collezionare libri.

Nel 2014 viene assunto al Pavillon Ledoyen, ristorante di Yannick Allèno e, nei tre anni seguenti, diventa un “deputy head chef”, ossia il capo cuoco. Nel mese di ottobre del 2017 partecipa alle selezioni del Bocuse d’Or e vince la selezione italiana. Grazie a questo riconoscimento potrà accedere alla fase finale della competizione, che si terrà nella città di Torino l’11 giugno del 2018, e che lo vedrà confrontarsi con gli chef più blasonati al mondo.

Al Bocuse d’Or Ruggieri, oltre a sbaragliare la concorrenza, è riuscito a preparare diversi piatti tipici della sua terra, dimostrando un notevole attaccamento alla tradizione.

Un voto per il bravissimo Martino Ruggieri non può essere che un nove!

[Foto: www.ristorazioneitalianamagazine.it]