Marcelo Brozović

Paese: Croazia

Altezza: 181 cm

Peso: 68 kg

IMC: 20.76 - Peso ideale 

Età: 25 anni

Segno: Scorpione Scorpione

Marcelo Brozović nasce a Zagabria il 16 novembre 1992.

Da bambino ha due sogni: diventare un cantante o un calciatore. Appena diciottenne partecipa alla produzione di un disco di un cantante croato, prestando la propria voce per uno dei brani presenti nell’album. Nel 2010, quando il giovanissimo Brozović, pensa ancora di intraprendere una carriera nella musica, ha già cominciato a giocare a calcio livello professionistico: milita infatti nella Hrvatski Dragovoljac, società calcistica del suo paese che risulta fondamentale per la sua crescita. In questa squadra dal nome complicatissimo trascorre un triennio (2007-2010) e esordisce nella massima serie croata.

Le buone prestazioni offerte gli attirano addosso gli occhi di diversi club del suo paese e alla fine, nell’estate di 4 anni fa la Lokomotiv Zagabria paga 300 mila euro (cifra che oggi fa sorridere, visti i progressi di Brozović) e batte la concorrenza. La sua esperienza nel club con cui ha calcato per la prima volta i campi della Serie A del suo paese si chiude con 22 presenze e 1 goal. L’esperienza in quello che è il suo secondo club della sua carriera dura solo un’annata, condita però da ben 33 partite e 5 goal, oltre a giocate di ottima fattura nel corso della stagione.

Il risultato di progressi così veloci non può che essere l’interessamento di uno dei club più blasonati del calcio croato, ovvero la Dinamo Zagabria. Il costo dell’operazione è di 500 mila euro. Il giocatore diventa nel giro di poco tempo una delle colonne portanti della squadra e la sua crescita prosegue velocemente anche grazie alla possibilità di giocare la Champions League, dove la Dinamo non brilla, ma che risulta comunque un’ottima palestra per un talento puro che deve crescere. Nel biennio trascorso alla Dinamo gioca 62 partite e mette a referto 9 reti.

Le sue ottime prestazioni, con cui si mette in mostra come un centrocampista “totale”, la sua esplosività atletica e l’ottimo dribbling, gli consentono di esordire nella nazionale maggiore, con cui finora ha giocato 7 partite, tra cui l’esordio al Mondiale 2014 e quella di qualificazioni a Euro 2016 con l’Italia, giocata a San Siro a novembre.

E proprio San Siro è da oggi il suo nuovo stadio: inseguito da diversi club, tra cui Arsenal, Napoli e Milan, alla fine ad assicurarsi le sue prestazioni è stata l’Inter, che lo avrà in prestito per un anno e mezzo, pagando 3 milioni di euro subito e altri 5 al momento del riscatto del suo cartellino.

[Foto: metro.co.uk]

Loading...