Luciano Moggi

Paese: Italia

Altezza: 173 cm

Peso: 78 kg

IMC: 26.06 - Sovrappeso 

Età: 80 anni

Segno: Cancro Cancro

Luciano Moggi è un ex dirigente sportivo nato a Monticiano il 10 luglio del 1937.

Moggi è stato per anni uno dei dirigenti e dei manager più influenti del calcio italiano, prima che l’inchiesta su calciopoli ponesse fine alla sua carriera. La sua è una famiglia di umili origini che gli permette di trascorrere da giovanissimo svariate domeniche negli stadi toscani.

Dopo gli studi d’obbligo, diventa un operaio nelle Ferrovie dello Stato e, nel tempo libero, gioca in alcuni club di categoria inferiore. Nella stagione 1963/1964 disputa un Campionato nella squadra di calcio dell’Akras, ma i risultati dal punto di vista sportivo restano scarsi.

In seguito Moggi decide di dedicarsi allo sport ma diventando un dirigente, ed entra nel settore tecnico della Juventus, dove si occupa della ricerca di giovani e talentuosi calciatori. Negli anni Settanta scopre vari giocatori, tra cui Claudio Gentile e Paolo Rossi.

Nel 1979 diventa dirigente nella Società Sportiva Calcio Roma e, con questo club, conquista uno Scudetto. Nella Capitale si occupa di mercato e compra buoni giocatori che si adattano al tipo di gioco dei giallorossi. L’anno seguente è direttore generale della Lazio e, nel 1982, arriva a Torino, dove viene contestato dai tifosi per una campagna acquisti non ritenuta all’altezza delle aspettative.

Dopo cinque stagioni nel club granata, nel 1987 inizia la sua collaborazione con il Napoli del Presidente Corrado Ferlaino. In questa sua nuova avventura Moggi svolge vari incarichi, tra cui il ruolo di General Manager, ed è uno dei protagonisti della vittoria di una Coppa Uefa da parte della squadra di Diego Armando Maradona.

Nel corso degli anni Novanta ha varie esperienze lavorative di nuovo a Roma e a Torino, ma nel 1994 entra nello staff della Juventus. Durante la sua gestione, tra i numerosi trofei vinti in campo internazionale, la squadra bianconera conquista una Champions League, una Supercoppa Uefa, mentre in Italia ottiene sette Scudetti.

Luciano Moggi è un ex dirigente sportivo che, negli ultimi anni, è diventato opinionista televisivo in varie emittenti campane.

Nel maggio del 2006 si apre l’inchiesta giudiziaria conosciuta come calciopoli che costringe Moggi alle dimissioni. L’accusa nei suoi riguardi è di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva, reato che, nel 2010, provoca la sua radiazione dal calcio.

Nell’agosto del 2012 il Tar del Lazio non convalida la richiesta di sospensione del provvedimento ai suoi danni e, nel marzo del 2017, dopo cinque anni di dibattimenti processuali, il Consiglio di Stato boccia il suo ennesimo ricorso ribadendo la sua interdizione a qualsiasi incarico sportivo.

Un voto per Luciano Moggi? Sei!