Leone di Lernia

Paese: Italia

Altezza: 173 cm

Peso: 76 kg

IMC: 25.39 - Sovrappeso 

Età: 78 anni

Segno: Ariete Ariete

Ci ha lasciati nel: 2017

Leone Di Lernia è stato un cantante e conduttore radiofonico nato a Trani, il 18 aprile del 1938, e morto a Milano il 28 febbraio del 2017.

Con quaranta album pubblicati in carriera, Leone Di Lernia è stato autore di popolari parodie musicali e conduttore di programmi demenziali che hanno ottenuto un grande successo in radio. Negli anni Sessanta si esibisce come “urlatore” in vari Festival per poi lanciare il suo primo LP con i singoli Trenta chili e Andiamo nei cieli.

Si trasferisce a Milano, dove si arrangia con vari lavoretti, ma non abbandona la musica. Nel 1975 è protagonista di alcuni programmi televisivi locali e fonda la sua rock band con cui pubblica Canzoni Rock Tranesi, disco in cui per la prima volta propone la sua musica demenziale.

Nel 1979 realizza La Pugliata, album d’esordio nella sua carriera solista. In questo caso Leone Di Lernia dimostra di saper trasformare pezzi dance famosi in parodie orecchiabili e di successo presso i giovani. Con Padron pensaci tu (1983), realizza un disco più rock rispetto al precedente e affronta temi importanti, sempre con il suo consueto stile ironico.

Negli anni Ottanta continua a proporre la sua musica, ma è facendo la spalla comica degli inviati di 90° Minuto, storico programma sportivo della Rai, che ottiene grande successo in televisione: i collegamenti presso lo stadio San Siro di Milano diventano un appuntamento fisso per milioni di italiani.

Dopo un periodo di pausa Leone Di Lernia ritorna in sala di registrazione e incide Barhouse Music (1990), disco in cui esegue una cover comica di Lambada, brano popolarissimo in quel periodo. Con Leone Super Dance (1992) continua con la parodia di pezzi intramontabili, uno su tutti Sex Machine di James Brown.

Leone Di Lernia è stato un cantante apprezzato per una serie di brani comici che hanno avuto un enorme successo negli anni Novanta.

In seguito tenta la carriera politica candidandosi nel partito Lega D’Azione Meridionale e, nel 1999, diventa uno dei tanti protagonisti del programma radiofonico Lo zoo di 105 con cui collabora fino al 2008. Per motivi disciplinari deve lasciare la trasmissione, per poi tornarci saltuariamente in seguito.

Partecipa a un’edizione del reality show L’Isola dei Famosi e torna in radio con Non Stop, che conduce fino al 2011. L’anno seguente realizza Leone D’Ylenia, su Radio 105, e nel 2016 pubblica il suo ultimo album, Parmigiano Foggiano. Nel febbraio del 2017, dopo un ricovero in ospedale, muore a causa di un cancro al fegato.

[Foto: Il Giorno]