Joaquin Phoenix

Paese: Porto Rico

Altezza: 173 cm

Peso: 70 kg

IMC: 23.39 - Peso ideale 

Età: 43 anni

Segno: Scorpione Scorpione

Joaquin Phoenix (vero nome Joaquin Bottom) nasce a San Juan (Porto Rico) il 24 ottobre 1974. Cresce in un ambiente familiare molto stimolante dal punto di vista artistico. Prima di lui, infatti, è il fratello River ad intraprendere con successo la carriera cinematografica, che viene però stroncata da un evento drammatico: River, infatti, perde la vita a soli ventitrè anni, nel 1993. Negli anni Settanta I genitori di Joaquin cambiano il loro cognome in “Phoenix” dopo un’esperienza deludente come missionari in Sudamerica: trasferitisi negli States, decidono di ricominciare daccapo e scelgono perciò un cognome che simboleggi questa volontà di rinascita.

La madre viene assunta da una stazione televisiva, mentre il padre si occupa di architettura d’esterni. Oltre a Joaquin e a River, la coppia ha altri tre figli: Liberty, Rain e Summer. Joaquin vive come un’esclusione il fatto di essere l’unico tra i suoi fratelli a non avere un nome d’ispirazione “naturalistica” e, fin da bambino, si autobattezza “Leaf” (foglia). Il suo debutto come attore avviene agli inizi degli anni Ottanta in “Sette spose per sette fratelli“, una serie TV dove il fratello River è uno dei protagonisti.

Nello stesso periodo comincia a recitare anche un altro dei suoi fratelli, Rain. Joaquin esordisce sul grande schermo nel 1986: il film è “Space Camp”. Segue una partecipazione al film “Parenthood” del 1989. Dopo un allontanamento di alcuni anni dal mondo del cinema e della televisione per motivi familiari che lo costringono a seguire il padre in Messico, Joaquin vive un terribile dramma: la morte del fratello River, avvenuta nel 1993 a seguito di un’overdose di stupefacenti. Il dolore per la perdita e l’invadenza irrispettosa dei mass media spingono Joaquin a ritirarsi dalle scene per poi tornare solo nel 1995. In quell’anno, l’attore accetta di recitare in “Da morire”: la sua interpretazione convince pubblico e critica e lo porta al’attenzione di diversi registi, che cominciano ad offrirgli ruoli sempre più importanti.

La grande popolarità arriva per Joaquin nel 2000, quando Ridley Scott gli offre la parte di Commodo nel colossal storico “Il gladiatore“: per quel ruolo Joaquin riceve una candidatura all’Oscar. Nel 2005 vince il “Golden Globe” per la sua interpretazione di Johnny Cash in “Quando l’amore brucia l’anima”. Seguono altre pellicole di successo come “Reservation Road” ( 2007) e “I padroni della notte” ( 2008), che lo consacrano definitivamente nell’Olimpo delle star più apprezzate e amate. Nella vita privata l’attore è stato legato per tanto anni alla collega Liv Tyler. Sostiene diverse associazioni umanitarie come “Amnesty International”; vegano fin da giovanissimo, partecipa inoltre alle campagne in difesa dei diritti degli animali.

[foto: perezhilton.com]

Loading...