Jerry Lewis

Paese: Stati Uniti

Altezza: 183 cm

Peso: 88 kg

IMC: 26.28 - Sovrappeso 

Età: 0 anni

Segno: Pesci Pesci

Ci ha lasciati nel: 2017

Jerry Lewis è il nome d’arte di Joseph Levitch, un attore americano nato a Newark il 16 marzo del 1926 e morto a Los Angeles il 20 agosto del 2017.

Figlio di due ebrei nati in Russia e che emigrarono negli Stati Uniti, sin da bambino ha avuto un atteggiamento un po’ ribelle: durante il college, infatti, picchia un suo insegnante e, per questo motivo, viene espulso dalla scuola. In seguito inizia a lavorare come fattorino e operaio per poi, dopo la consueta gavetta, partecipare ai primi spettacoli teatrali verso la fine degli anni Quaranta.

Nel 1949 debutta al cinema con La mia amica Irma e inizia il suo sodalizio artistico con Dean Martin. L’anno seguente è la volta de Il Sergente di Ferro (1950), film che ottiene un buon successo al botteghino, ma è con Attente ai marinai! (1952), che i due ricevono le critiche entusiaste e i consensi del pubblico.

In seguito, e sempre con Martin, Lewis realizza esilaranti commedie come Occhio alla palla (1953), Il nipote picchiatello (1956) e Hollywood o morte! (1956), ultimo film della celebre coppia. In seguito, infatti, i due decidono di dedicarsi alle rispettive carriere pur rimanendo buoni amici.

Nel 1960 Lewis recita in Ragazzo tuttofare, dove interpreta il ruolo di un fattorino, e in Il Cenerentolo (1960), un film natalizio di grande successo di cui, tra le altre cose, è anche produttore. L’anno seguente debutta alla regia con L’idolo delle donne (1961) e, nello stesso periodo, realizza Il mattatore di Hollywood (1961).

Tra gli anni Sessanta e Settanta diventa il protagonista di vari live show e inizia a produrre “Telethon”, uno spettacolo di beneficenza per le vittime della distrofia muscolare. Con Jerryssimo!(1969) dimostra tutto il suo talento, ma decide di abbandonare il cinema per un lungo periodo di tempo, salvo ripresentarsi al botteghino con la commedia Bentornato, picchiatello! (1980).

Jerry Lewis è stato un attore di grande bravura e versatilità, uno dei pochi ad avere due stelle sulla “Hollywood Walk of Fame”.

Nel 1983 recita in Re per una notte al fianco di Robert De Niro e torna alla regia con Qua la mano, Picchiatello! (1984). In seguito si dedica al cinema solo in rare produzioni che lo interessano, tra cui Il valzer del pesce freccia (1992), film del regista Emir Kusturica, e Il commediante (1993).

Nel 2009 riceve un Premio Oscar alla carriera e, a causa dei suoi problemi di salute, si dedica solo all’attività di produttore. Nel 2013 realizza Max Rose e, quattro anni dopo, termina le riprese de I corrotti – The Trust (2017). Nel mese di agosto dello stesso anno muore all’età di novantuno anni in un ospedale di Los Angeles.