Ignazio La Russa

Paese: Italia

Altezza: 175 cm

Peso: 74 kg

IMC: 24.16 - Peso ideale 

Età: 69 anni

Segno: Cancro Cancro

Ignazio La Russa è un politico italiano nato a Paternò il 18 luglio del 1947.

La Russa si è distinto negli anni grazie a una partecipazione in politica molto attiva e per i vari ruoli istituzionali che è riuscito a ricoprire. Dopo aver studiato all’estero in un noto collegio svizzero, si è scritto all’Università di Pavia, dove si è laureato in Giurisprudenza.

Dopo aver svolto il Servizio di Leva, La Russa inizia la sua lunga attività in politica prendendo parte al Fronte della Gioventù, movimento legato a partiti di estrema destra. Nel 1972 ottiene un piccolo ruolo in Sbatti il mostro in prima pagina, film di Marco Bellocchio, dove interpreta il ruolo di un oratore durante un comizio elettorale.

Nel 1973 La Russa resta coinvolto in un noto caso giudiziario quando durante un corteo del Fronte della Gioventù vengono lanciate due bombe a mano che uccisero un poliziotto. In seguito si dedica al suo lavoro di avvocato, ma la passione per la politica sembra avere la meglio.

Negli anni Ottanta diventa uno dei più giovani consiglieri della regione Lombardia del Movimento Sociale Italiano (MSI). Per circa tredici anni resta fedele a questo partito, per poi abbandonarlo quando entra a far parte di Alleanza Nazionale. Nel 1994 diventa vicepresidente della Camera durante il primo Governo Berlusconi e inizia a prendere parte a svariate trasmissioni televisive.

Due anni dopo terminato il suo incarico alla Camera ritorna a far politica nelle piazze. Partecipa a comizi, manifestazioni, si schiera spesso in favore delle forze dell’ordine e diventa Capogruppo di Alleanza Nazionale. Si tratta di un notevole passo nella sua carriera ma quello più significativo per lui arriva nel 2008 quando viene eletto Ministro della Difesa.

Ignazio La Russa è un politico italiano che, nel corso degli anni, si è distinto particolarmente in televisione, grazie al suo accento siciliano, che è servito a comici come Dario Ballantini e Rosario Fiorello, per farne una divertentissima imitazione.

Nel 2012 lascia il Partito della Libertà (PDL) e fonda insieme a Giorgia Meloni Fratelli D’Italia, nuovo schieramento politico con cui La Russa spera di risollevare le sorti del centrodestra italiano. L’anno seguente si schiera contro le adozioni gay, mentre fanno discutere le sue dichiarazioni favorevoli su Benito Mussolini.

Nel 2016 La Russa è intervenuto in diverse trasmissioni, tra cui Matrix e Porta a Porta, dove ha ampiamente criticato il Premier Matteo Renzi.

Un voto per Ignazio La Russa? Sette!

[Foto: Freedom24news.eu]