Gualtiero Marchesi

Paese: Italia

Altezza: 170 cm

Peso: 68 kg

IMC: 23.53 - Peso ideale 

Età: 87 anni

Segno: Pesci Pesci

Ci ha lasciati nel: 2017

Gualtiero Marchesi è stato un cuoco italiano nato a Milano il 19 marzo del 1930, e morto il 26 dicembre del 2017.

Maestro riconosciuto dell’arte culinaria Marchesi è stato sicuramente uno dei cuochi più conosciuti all’Estero, uno dei padri fondatori della moderna cucina italiana.

La sua è una famiglia di ristoratori che per anni hanno gestito ristoranti e trattorie tra Pavia e altre province lombarde. Marchesi inizia a muovere i primi passi nell’ambiente grazie a suo padre e, dopo gli studi, fa un viaggio in Svizzera per affinare le sue conoscenze nell’ambito culinario. In quel periodo frequenta un istituto alberghiero nella città di Lucerna e, dopo il diploma, fa il suo rientro in Italia.

Si occupa della realizzazione dei piatti nel ristorante di un albergo di Pavia per poi trasferirsi a Parigi, dove rimane alcuni mesi per perfezionare le sue conoscenze gastronomiche. Nel 1977 inaugura il suo primo locale e diventa uno dei cuochi più rinomati in Italia.

L’anno seguente la Guida Michelin gli consegna una delle sue prestigiose stelle, e Marchesi diventa presto popolare in tutta la nazione. Nel suo ristorante arrivano turisti da ogni parte d’Italia, dal Nord al Sud, e i piatti che realizza ottengono recensioni favorevoli da diverse riviste del settore.

Negli anni Ottanta la sua notorietà è al culmine: infatti, il suo ristorante nella città di Pavia riceve le tre stelle Michelin, diventando il primo locale del genere in Italia a ricevere un tale riconoscimento. Da Marchesi iniziano quindi a presentarsi giovani chef che desiderano imparare la sua arte, da Carlo Cracco a Davide Oldani.

Nel 1986 diventa Cavaliere della Repubblica Italiana, ma è nel 1991 che ottiene una carica di grande prestigio quando gli viene consegnato il titolo di Commendatore. In seguito porta la sua esperienza anche negli Stati Uniti, prestandosi come consulente culinario in alcuni ristoranti.

Gualtiero Marchesi è stato uno dei cuochi che di più ha contribuito a diffondere l’idea di una nuova cucina tutta italiana, ma anche un amante dell’arte e della musica, di cui è sempre stato un appassionato.

Nel 2001 riceve la Laurea Honoris Causa in Scienza dell’Alimentazione e inizia a polemizzare con Michelin sostenendo che, molti ristoranti italiani, sono delegittimati dalla celebre guida francese. Nel 2010 inaugura una fondazione che porta il suo nome con lo scopo di diffondere l’arte culinaria in tutte le sue espressioni.

Nello stesso periodo, presso il Castello Sforzesco, la regione lombarda gli dedica una mostra rappresentativa di tutta la sua carriera. Nel dicembre del 2017 muore, alla veneranda età di ottantasette anni, nella sua amata villa di Milano.

[Foto: cucina.corriere.it]

Loading...