Giuliano Ferrara

Paese: Italia

Altezza: 175 cm

Peso: 136 kg

IMC: 44.41 - Molto sovrappeso 

Età: 65 anni

Segno: Capricorno Capricorno

Giuliano Ferrara è un giornalista italiano e politico, spesso presente anche in video come conduttore.

Si avvicina fin da piccolo alla politica e non poteva essere diversamente dal momento che suo padre è stato un senatore per il Partito Comunista e sua madre una partigiana, oltre che segretaria di Togliatti.

I suoi primi passi politici li ha mossi nel Partito Comunista Italiano a Torino dove è riuscito anche a far rapidamente carriera divenendo dopo pochi anni anche consigliere comunale e quindi capogruppo per il PCI.
Ad appena trent’anni svolge un ruolo attivo nell’emergenza durante la Guerra del Libano, venendo incaricato responsabile dei soccorsi; tuttavia lo spirito polemico di Ferrara lo porta a una rottura profonda col suo partito tanto che rassegna prima le dimissioni dal partito e poi da consigliere comunale.

Quest’esperienza lo ha profondamente segnato: Ferrara dopo il suo abbandono ha cominciato a criticare pesantemente il suo ex partito anche come giornalista, perché nel frattempo ha intrapreso una collaborazione stabile col settimanale L’Espresso, da dove arrivavano chiare le sue idee di vicinanza al partito socialista.

Per un lungo periodo Ferrara non ha confermato ufficialmente il suo ingresso nel Partito di Bettino Craxi ma ne ha tessuto le lodi per un lungo periodo di tempo divenendo uno dei suoi sostenitori con maggior peso (in tutti i sensi!) per l’opinione pubblica.
La sua carriera giornalistica, infatti, è stata brillante perché dopo L’Espresso Ferrara ha ottenuto di poter scrivere anche per Il Corriere della Sera (sotto pseudonimo) e per un giornale controverso come Reporter, dichiaratamente schierato verso gli ambienti socialisti e diretto da due dei principali militanti e organizzatori del Movimento di Lotta Continua ed è proprio in questo periodo che Ferrara diventa una spia per la Cia tanto che l’Ordine dei giornalisti si è più volte interrogato sui possibili conflitti di interessi.

La carriera come giornalista politico sembra portare bene a Ferrara che inizia quindi a lavorare anche in Rai e poi a Mediaset, dove fa la conoscenza di Silvio Berlusconi che lo convince a lasciare il Partito Socialista ormai allo sbando. Tra i due è amore a prima vista e Ferrara diventa anche ministro del Primo Governo Berlusconi.
Da quando si è avvicinato a Berlusconi, Ferrara non ha mai smesso di dimostrargli il suo supporto anche attraverso le pagine del suo quotidiano Il Foglio, anche si si dimostra spesso critico nei confronti di certi comportamenti.

La sua è una figura controversa, che si divide tra giornali, televisione, politica e radio. E’ un personaggio poliedrico che ha fatto della sua (scarsa) forma fisica quasi una bandiera e un punto di forza di cui essere orgoglioso.
Giuliano Ferrara è un giornalista e politico italiano capace ancora, dopo tanti anni, di scatenare polemiche. Voto 6