Giorgio Faletti

Paese: Italia

Altezza: 172 cm

Peso: 73 kg

IMC: 24.68 - Peso ideale 

Età: 63 anni

Segno: Sagittario Sagittario

Ci ha lasciati nel: 2014

Giorgio Faletti è stato un attore, musicista e scrittore italiano nato ad Asti, il 25 novembre del 1950, e morto a Torino il 4 luglio del 2014.

Una carriera poliedrica quella di Faletti, un personaggio che è riuscito a distinguersi nel campo del cinema ma anche in quello della narrativa, dove ha pubblicato best seller che hanno avuto successo in tutto il mondo.

Dopo la laurea in Giurisprudenza Faletti inizia a frequentare il Derby, un noto locale di cabaret milanese, presentando quelli che erano i suoi primi sketch comici. Nel 1983 inaugura una lunga serie di collaborazioni televisive partecipando al programma Rai Pronto Raffaella.

Due anni dopo entra a far parte del cast artistico di Drive In, trasmissione cult di Antonio Ricci. Qui presenta uno dei suoi personaggi comici più riusciti, il poliziotto Vito Catozzo. Nel frattempo Faletti si fa le ossa anche in altri programmi televisivi, tra cui Emilio (1989) e Fantastico 12 (1991).

Intensa la sua collaborazione musicale: scrive e arrangia personalmente alcuni album in cui pubblica canzoni di successo come Ulula, contenuta nel disco Disperato ma non serio (1990), e compone brani per Mina e Fiordaliso.

Con il telefilm Colletti Bianchi dimostra per la prima volta di possedere delle notevoli doti di attore e collabora anche alla colonna sonora della serie.

Nel 1994 Faletti partecipa al Festival di Sanremo e la sua canzone Signor Tenente si classifica seconda. L’anno seguente pubblica l’album L’assurdo Mestiere (1995) che ottiene il Premio Rino Gaetano. Tre anni dopo scrive il brano Il giocatore di Biliardo per il cantautore Angelo Branduardi che diventa una hit di grande successo.

Dopo alcuni anni lontano dalla televisione Faletti si dedica al teatro, dimostrando ancora una volta di avere un talento davvero eclettico che si concretizza nel 2002, quando pubblica il thriller Io uccido che vende oltre quattro milioni di copie solo in Italia.

Giorgio Faletti è stato un attore e musicista che, divenuto scrittore, ha trovato un successo forse inaspettato.

Durante il successo mediatico di Io uccido rimane vittima di un ictus, ma riesce a superare la malattia nel migliore dei modi. Continua però a scrivere e pubblica il romanzo Niente di vero tranne gli occhi (2004).

Due anni dopo ritorna al cinema interpretando il ruolo del perfido professor Arturo Martinelli in Notte prima degli esami (2006). In seguito realizza il film Cemento Armato (2007) e Baaria (2009) pellicola diretta da Giuseppe Tornatore.

Nel 2013 porta in teatro il musical Nudo e crudo, di cui è anche uno degli autori. Si tratta dell’ultima esperienza artistica di Faletti che, l’anno seguente, si sottopone a una serie di cure per combattere il cancro ai polmoni. Muore nel luglio del 2014, presso la clinica Molinette della sua amata Torino, lasciando un vuoto incolmabile nel panorama culturale italiano.