Gianni Alemanno

Paese: Italia

Altezza: 168 cm

Peso: 60 kg

IMC: 21.26 - Peso ideale 

Età: 59 anni

Segno: Pesci Pesci

Gianni Alemanno è un politico italiano nato a Bari il 3 marzo del 1958.

A dodici anni la famiglia si trasferisce a Roma, città che diventerà, culturalmente parlando, molto importante per il giovane Alemanno.

Nel 1976 ottiene il diploma al Liceo Scientifico e comincia giovanissimo a praticare la vita politica, dapprima nel Movimento Sociale Italiano (MSI) di cui diventa segretario, e negli anni ottanta la sua adesione alla Destra lo coinvolge in prima linea tra i vari scontri politici con avversari dell’opposizione. Alemanno ha anche i suoi primi guai con la legge, come l’arresto nel 1981 per l’aggressione a uno studente, accusa che viene prosciolta l’anno seguente.

Nel 1988 diventa segretario del Fronte della Gioventù, partito di estrema destra con cui muove i suoi primi passi in politica. A inizio degli anni novanta, Alemanno fonda la Euroservice, una società che si occupa di edilizia e lavoro giovanile, e nel 1992 si sposa con Isabella Rauti da cui ha un bambino.

Nella stagione politica 1994\1995 fonda insieme ad altri esponenti del vecchio MSI un nuovo partito, Alleanza Nazionale, con cui inaugura una stagione politica per la destra italiana meno conservatrice e più propensa al modernismo. Nello stesso periodo viene eletto alla Camera dei Deputati della regione Lazio.

Nel 2001, durante il governo Berlusconi, Alemanno diventa Ministro delle politiche agricole e forestali, carica che mantiene sino al 2006. Grazie a questo importante ruolo istituzionale, Alemanno si fa portavoce di molte battaglie sociali dedite allo sviluppo di una politica agricola basata sui prodotti biologici e non geneticamente modificati.

Nel novembre del 2004 diventa vicepresidente di Alleanza Nazionale, carica che mantiene per un solo anno, e nel 2006 si candida per la prima volta come sindaco di Roma perdendo alle elezioni con Walter Veltroni che ottiene la maggioranza dei voti.

Nel mese di maggio del 2008 diventa finalmente sindaco di Roma, ruolo che manterrà fino al termine del suo mandato nel 2013. In quel periodo Alemanno si è scagliato in modo molto duro contro la prostituzione nelle strade.

Nel dicembre del 2014 il suo nome è comparso nell’inchiesta Mafia Capitale che vede coinvolti moltissimi esponenti della politica insieme a noti criminali locali appartenenti a nuclei vicino all’estrema destra.

Un voto per Gianni Alemanno? Sette!

Guarda tutte le altre schede nello Speciale Politici di Altezza & Peso.