Gabriel Garko

Paese: Italia

Altezza: 190 cm

Peso: 85 kg

IMC: 23.55 - Peso ideale 

Età: 44 anni

Segno: Cancro Cancro

Gabriel Garko (vero nome Dario Oliviero, Garko è il cognome di sua madre, siciliana di origini greche) è nato il 12 luglio 1974 (ma alcune fonti, forse un po’ maligne, dicono 1972) a Torino. Considerato uno dei sex-symbol più ammirati del mondo del cinema italiano da parte del pubblico femminile, si impone all’attenzione del pubblico dopo la vittoria a Mister Italia nel 1990. Il quotidiano la Repubblica lo definisce ‘bello come il sole’.

Il fisico statuario lo rende perfetto nel mondo delle fiction televisive per ruoli da latin-lover: fa strage di cuori femminili, e tra le sue conquiste si contano attrici come Manuela Arcuri, Sabrina Ferilli, Serena Autieri.

Il suo nome balza all’attenzione delle cronche rosa anche per una turbolenta storia d’amore con Eva Grimaldi tra il 1997 e il 2002: quando la relazione finisce, lei ha il cuore a pezzi. La love-story con l’attrice, di dieci anni più anziana di lui, ne accresce notevolmente la fama.

Gabriel vanta anche alcuni ruoli di valore in alcuni film con registi di fama. Tra i film più importanti da lui interpretati, ‘Le fate ignoranti’ (2001) di Ferzan Ozpetek, al fianco di Margherita Buy e Stefano Accorsi. Gabriel dà prova del suo reale talento come attore sul grande schermo interpretando la parte di un malato terminale di AIDS, in una pellicola divenuta ormai un cult cinematografico.

Lo chiama a recitare anche il maestro del cinema erotico Tinto Brass per il suo ‘Senso ’45’ (remake del celebre film ‘Senso’) e Garko presta volto e fisico anche per film comici come ‘Una moglie bellissima’ di Leonardo Pieraccioni. Tra il 2001 e il 2002, Gabriel ci prova anche con il teatro. Sotto la regia di Luca Ronconi, al Piccolo Teatro di Milano, recita nella pièce ‘Quel che sapeva Maisie’ di Henry James, con la partecipazione di Mariangela Melato. Nel 2005, proprio lui, torinese, fa da tedoforo olimpico per le Olimpiadi Invernali di Torino 2006.

Nel 2006 la sua partecipazione alla fiction ‘L’onore e il rispetto’ nei panni di un boss mafioso, lo consacra definitivamente come protagonista di numerose fiction, tra cui ‘Rudy Valentino. La leggenda’, ‘Il bello delle donne’, ‘Il sangue e la rosa’ o ‘Il peccato e la vergogna’.

Gabriel  è stato anche premiato al Roma Fiction Fest dalla giuria di TV Sorrisi e Canzoni in tre occasioni (2009, 2010 e 2013) come miglior attore di fiction.

Parla correntemente sia inglese che francese. Grande sportivo, Garko è appassionato di body-building, nuoto, equitazione e sci.

Nel 2016 Garko è il “valletto” di Carlo Conti al Festival di Sanremo.

[foto: http://it.tv.yahoo.com]