Francesco Totti

Paese: Italia

Altezza: 180 cm

Peso: 82 kg

IMC: 25.31 - Sovrappeso 

Età: 40 anni

Segno: Bilancia Bilancia

Francesco Totti è a tutti gli effetti l’ottavo re di Roma. Inutile negarlo: nella capitale, Totti è una sorta di divinità, arrivata a quelle vette grazie al calcio e grazie a una totale fedeltà alla squadra della sua città.

Nato nel 1976, muove i suoi primi passi con il pallone nella squadra del San Giovanni, dove abita. A questa seguono alcune altre società fino al fatidico 1989. Quell’anno, alla famiglia Totti viene fatto presente che al ragazzo sono interessate sia la Lazio sia la Roma. La scelta? Praticamente obbligata per la famiglia Totti, da sempre romanista. Così, Francesco inizia la trafila nelle giovanili giallorosse.

L’esordio in serie A arriva nel 1993, contro il Brescia, grazie a mister Boskov che, notandolo in una partita di allenamento contro la prima squadra, decide di regalargli il debutto.
Non è che l’inizio di una carriera sfolgorante che si colora anche dell’azzurro della maglia della nazionale. Nel 1996 arriva l’Europeo con l’Under 21 e nello stesso anno Arrigo Sacchi lo convoca per uno stage on la nazionale maggiore. Convocazione figlia di un’ormai costante presenza da titolare nella formazione della Roma, dove, dal 1994, Carletto Mazzone lo ha definitivamente lanciato. Proprio nel 1994 arriva il primo gol, all’Olimpico, contro il Foggia.

Tutte rose e fiori, quindi? Non esattamente. L’arrivo di Carlos Bianchi coincide con il periodo forse più difficile del rapporto tra Totti e la Roma: l’allenatore argentino sta addirittura per acconsentire al trasferimento alla Sampdoria, ma la trattativa non si concluderà mai.
L’arrivo di Zeman, invece, fa esplodere definitivamente la stella di Totti, che, con Capello, si consacra vincendo lo scudetto 2000/2001.

In nazionale è tra i protagonisti dell’Europeo 2000, con il famoso rigore a “cucchiaio” tirato contro l’Olanda nella semifinale. Ma l’apice della storia di Totti e della nazionale è senza dubbio il Mondiale tedesco del 2006. A questo appuntamento Totti ci arriva non senza preoccupazione, perché un grave infortunio lo costringe a un recupero lampo per essere tra i convocati dal CT Marcello Lippi. La condizione non ottimale ne limita un po’ il rendimento, rispetto agli standard a cui Totti ha ormai abituato i propri tifosi, ma il suo apporto è comunque fondamentale, specie nella difficile partita con l’Australia, decisa da un suo rigore proprio nei minuti finali.

Se la carriera di Totti calcisticamente è un trionfo, altrettanto si può dire della sua vita sentimentale, sposato dal 2005, con la presentatrice TV Ilary Blasi, che ha dato alla luce due figli.

Sul campo, invece, sempre con la Roma, Totti raggiunge il secondo posto di tutti i tempi per il numero di goal segnati in serie A. Insomma, tra campi da calcio e famiglia, la vita di Francesco Totti  merita 10 in pagella.

[foto: tuttomercatoweb.com]