Fabio Quagliarella

Paese: Italia

Altezza: 180 cm

Peso: 78 kg

IMC: 24.07 - Peso ideale 

Età: 34 anni

Segno: Acquario Acquario

Fabio Quagliarella è un calciatore nato a Castellammare di Stabia il 31 gennaio del 1983.

Nella storia del calcio italiano pochi attaccanti possono vantare la qualità di goal che Quagliarella ha segnato nel corso della sua carriera.

Inizia a giocare a calcio negli Novanta quando entra nelle giovanili del Torino e, nel 1999, debutta in prima squadra. In quel periodo disputa soltanto cinque partite titolari, senza segnare nessuna rete. Nel 2000 realizza il primo gol in Serie A durante una partita tra i granata e il Piacenza.

Quagliarella, a causa della sua giovane età, viene ceduto alla Florentia Viola e poi trascorre una stagione al Chieti, in Serie C1. Nel 2004 torna al Torino, dove dimostra di essere un giocatore pronto per i grandi palcoscenici e realizza sette reti.

Negli anni Duemila non riesce ancora a trovare un club in cui giocare ai suoi livelli e, soprattutto, da titolare. Bisognerà aspettare la stagione 2006/2007, quando viene acquistato dalla Sampdoria. Con la maglia blucerchiata realizza tredici fantastici goal ma, a fine Campionato, torna all’Udinese, che detiene il suo cartellino. Qui gioca un’ottima Europa League e, grazie alle sue prestazioni, ottiene l’interessamento del Napoli che lo acquista per sedici milioni di euro.

Nel 2009 l’arrivo di Quagliarella nel capoluogo partenopeo suscita l’entusiasmo dei tifosi. Una sua rete durante la sfida proprio con la sua ex squadra dell’Udinese trionfa agli Oscar del Calcio ottenendo l’ambito premio come “Miglior Goal”. A fine stagione, però, con grande sorpresa dei suoi sostenitori, decide di lasciare gli azzurri per trasferirsi alla Juventus.

Nel club bianconero gioca tre stagioni segnando ventitré reti, vince tre Scudetti e due Supercoppe Italiane. In seguito, nel 2014, passa al Torino, la squadra delle sue origini, e disputa due buoni campionati.

Fabio Quagliarella è un calciatore italiano che gioca nel ruolo di attaccante e che ha dimostrato il suo valore nelle squadre in cui ha militato.

Con la Nazionale italiana, pur disputando soltanto ventisette partite in carriera, Quagliarella si è messo in mostra nel Mondiale 2010, durante la partita con la Slovacchia, segnando un gran goal che, purtroppo, non è servito agli azzurri per superare le fasi a gironi.

Nel 2016 torna alla Sampdoria e disputa una seconda parte di campionato realizzando cinque reti. L’anno seguente, nel marzo del 2017, rilascia un’intervista in cui spiega perché ha dovuto abbandonare Napoli, città cui è molto legato, a causa di uno stalker che lo perseguitava.

Un voto per Fabio Quagliarella? Nove!

[Foto: tuttomercatoweb.com]