Checco Zalone

Paese: Italia

Altezza: 170 cm

Peso: 68 kg

IMC: 23.53 - Peso ideale 

Età: 40 anni

Segno: Gemelli Gemelli

Il nome Luca Pasquale Medici non direbbe niente a nessuno eppure si tratta del vero nome di uno dei fenomeni comici degli ultimi anni, quel Checco Zalone che sta stracciando ogni record d’incassi con i sui film. Un successo meritatissimo per un comico che finalmente piace sia al nord sia al sud. E proprio dal caldo meridione, a Bari, si presume in una calda giornata del 3 giugno 1977, che nasce Checco. Giovanissimo si laurea in giurisprudenza sfatando un altro cliché che vorrebbe i comici tutti ignoranti.

Comincia la sua carriera propria nella sua regione, conducendo un’edizione di “Ragazza Cinema Ok”, un concorso di bellezza locale. Incomincia una dura gavetta che lo porta a suonare con diversi jazzisti italiani. Perché la comicità di Zalone è una comicità di tipo musicale. E su “Zelig Off“, nel 2005, debutta nel programma condotto da Claudio Bisio facendo un’esilarante imitazione canora di Carmen Consoli. La genialità di Zalone sta proprio nel parodiare le grandi canzoni, aggiungendoci elementi paradossali e a tratti irriverenti tipici della sua personalità. Il suo nome, tra l’altro, nel dialetto pugliese significa tamarro, quindi una persona poco rispettosa dell’educazione, della forma e dell’eleganza con cui si tiene una discussione. Nel 2006 è l’autore della canzone “Siamo una squadra fortissimi” che diventa l’inno della nazionale di calcio italiana che quell’anno vinse una meritatissima coppa del mondo. Un pezzo nato quasi per gioco, durante una puntata radiofonica del programma calcistico condotto da Ivan Zazzaroni su Radio Deejay.

Nel 2007 affianca Amadeus nella conduzione di Canta e Vinci in onda su Italia Uno. Mentre continua a esibirsi in giro per l’Italia con le sue parodie canore, Checco pensa al suo primo film che esce nel 2009 per la regia di Gennaro Nunziante (che dirigerà anche i suoi film successivi). In “Cado dalle Nubi” Checco Zalone ottiene un successo enorme, con incassi milionari. La forza del suo personaggio piace al pubblico e il suo show televisivo, sempre nel 2009, diventa uno dei programmi più seguiti dell’anno. Nel film di Zalone si tocca un argomento come l’omosessualità, un tema in cui il comico, in un’intervista concessa a Vanity Fair nel 2011, esprime tutto il suo disappunto per le coppie gay che adottano un figlio. Il suo secondo film, “Che Bella Giornata“, è un altro successo al botteghino, che lancia Zalone nell’olimpo dei comici cinematografici italiani. Nel 2013 nasce la sua prima bambina, Gaia, ed esce il suo nuovo film “Sole a Catinelle” in cui interpreta un padre molto particolare.

Checco Zalone è un brillante comico che di strada ne ha fatta tanta ma, soprattutto, è un uomo che, alla nascita della sua bambina, come testimoniano gli amici, ha pianto per la commozione. Un grande comico, certo, ma prima di tutto una persona.

[foto: www.mymovies.it]