Cesare Prandelli

Paese: Italia

Altezza: 176 cm

Peso: 73 kg

IMC: 23.57 - Peso ideale 

Età: 59 anni

Segno: Leone Leone

Cesare Prandelli è un’ex giocatore di calcio, ex commissario tecnico della Nazionale italiana, nato a Orzinuovi il 19 agosto del 1959.

Il suo ingresso nel mondo calcistico risale al 1974 quando debutta nelle giovanili della Cremonese con cui resta quattro stagioni giocando nel ruolo di mediano e centrocampista. Con la maglia della Cremonese disputa vari campionati prima di passare all’Atalanta, club bergamasco in cui Prandelli gioca una sola stagione segnando anche un goal.

Nel 1979 arriva alla Juventus, la squadra gestita dalla famiglia Agnelli, inaugurando un sodalizio calcistico durato sei anni. Con la maglia bianconera Prandelli vince tre scudetti consecutivi e una Coppa Italia.

Nella stagione 1983\1984 Prandelli vince una Coppa delle Coppe, trofeo calcistico di una certa importanza ma questa vittoria rappresenta soltanto un passo decisivo verso due traguardi ben più importanti che arriveranno nella stagione 1984\1985. Quell’anno, infatti, Prandelli vince con la Juventus una Supercoppa Uefa e la prestigiosa Coppa dei Campioni in una finale molto contestata contro la squadra inglese del Liverpool per i noti disordini di carattere pubblico tra le due tifoserie.

Dopo i fasti con la Juventus, Prandelli decide di concludere la sua brillante carriera di calciatore ritornando a giocare con l’Atalanta e lo fa per altri quattro campionati per poi ritirarsi, di fatto, nel 1990. Nello stesso periodo Prandelli comincia la sua carriera da allenatore. E comincia proprio ad allenare le giovanili dell’Atalanta con cui vince un campionato e il Torneo di Viareggio.

Nel 1997 passa al Lecce ma i primi risultati come allenatore professionista li avrà con il Verona, club che allena nella stagione 1998\1999, portandolo in Serie A. Allena in seguito la Fiorentina, nella stagione 2005\2006, prendendo il posto del mitico Dino Zoff.

Con il club viola nel 2006 riceve la Panchina D’Oro, un importante riconoscimento come allenatore.

Nel 2010 diventa commissario tecnico della Nazionale italiana.

Dopo la sconfitta con l’Uruguay, il 24 giugno 2014, Prandelli annuncia in conferenza stampa le proprie dimissioni irrevocabili da ct della Nazionale italiana insieme al presidente della FIGC Giancarlo Abete, sebbene la Federazione non approvi la decisione del tecnico.

Nel 2014 è scelto da Illumia come testimonial della propria campagna pubblicitaria negli spot televisivi della società e l’8 luglio 2014 è ingaggiato dai turchi del Galatasaray per la stagione 2014-2015 per 5 milioni netti a stagione. Debutta il 25 agosto, perdendo la Supercoppa di Turchia col Fenerbahçe ai rigori (ai supplementari 0-0).

Un voto per Prandelli? Otto!

[foto: www.thesun.co.uk]