Carlos Tevez

Paese: Argentina

Altezza: 171 cm

Peso: 75 kg

IMC: 25.65 - Sovrappeso 

Età: 33 anni

Segno: Acquario Acquario

Carlos Alberto Tévez, calciatore nato in Argentina, a Ciudadela, il 5 febbraio 1984, sin da piccolo viene soprannominato ‘Carlitos’ per poi diventare ‘Apache‘, nomignolo che ricorda il quartiere di Fuerte Apache dove è cresciuto.

Le storie del quartiere di periferia dove il piccolo Carlos cresce, a Buenos Aires, non sono divertenti: suo padre viene ucciso da una gang nel 1989 e, nello stesso periodo, il piccolo si brucia sul viso riportando un’ustione di terzo grado di cui ancora oggi porta i segni sull’orecchio e sul petto.

Cos’è che lo salva dalla violenza e dalla povertà? Il calcio: sin da quando ha 9 anni cerca di far soldi giocando in piccoli tornei di quartiere, finché non arriva l’occasione del Club Boca Junior. All’epoca aveva ancora il cognome della madre, Martinez, ma nel 2001 lo cambia in quello del padre adottivo. Sua madre ha problemi di droga così la futura star del calcio viene allevata dai vicini, i Tévez.

Non ha ancora 17 anni che è già nella nazionale del suo Paese e, con l’allenatore Carlos Bianchi, nel 2003 vince il Campionato argentino Apertura e la Copa Libertadores, per non parlare della Coppa Intercontinentale. Non male per un ragazzino, ai cui nomignoli si aggiunge anche quello di ‘Toro argentino’, per l’aggressività sul campo, la rapidità e soprattutto la prestanza fisica.

Nel 2004 è il calciatore dell’anno in Argentina, ma solo l’anno dopo va in Brasile, acquistato dal Corinthians, vincendo il Pallone d’Oro del Sud America, con 20 gol in 29 partite. Ma l’Apache vuole andare via e parte per la vecchia Europa, destinazione Londra, nella squadra West Ham.

Quanto gli piace la Gran Bretagna? Sembrerebbe che gli piaccia molto: nel 2007 entra nel Manchester United alla modica cifra di quasi 23 milioni di euro, troppo anche per chi colleziona triplette in varie partite e fa esplodere tifosi e tifose con il suo fare da ‘Toro argentino’, o no? La popolarità cresce, anche il portafoglio: acquistato a caro prezzo per quasi 29 milioni nel 2009, diventa capitano l’anno seguente.

Pizzicato da “The Mirror” per aver tradito la moglie con l’ex fidanzata, scatena l’attenzione dei curiosi, perché il toro non si ferma: varie le fidanzatine, da Brenda Aniscar a Caludia Ciardone… Ma dove vanno le promesse del calcio del leggendario Sud America? In Italia naturalmente, e Carlos non è da meno: dal giugno 2013 è il numero 10 della Juventus, e continua a stupire con gol e scappatelle. Deciso, coraggioso e di talento, Carlos Tévez resta un calciatore brillante che si è fatto strada come un toro, merita un bel 9!

[foto: www.dailymail.co.uk]

Loading...