Adriano Giannini

Paese: Italia

Altezza: 180 cm

Peso: 70 kg

IMC: 21.6 - Peso ideale 

Età: 46 anni

Segno: Toro Toro

Adriano Giannini è un doppio figlio d’arte: suo padre è il noto attore Giancarlo Giannini, mentre sua madre è la regista Livia Giampalmo, e si può quindi sostenere che il mondo del cinema scorre nel suo DNA.

A 18 anni infatti, il giovane Adriano lavora come aiuto operatore in uno dei tantissimi film diretti da sua madre, per l’esattezza nel film Evelina ed i suoi figli, e successivamente ha le sue prime esperienze come regista, affiancando registi noti in tutto il mondo come Giuseppe Tornatore.

Sarà però nel 2002 che Adriano Giannini debutta come attore sul grande schermo: interpreterà la stessa parte che interpretò suo padre nel film remake Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare di agosto, remake che ha visto come protagonista la cantante Madonna, che lo ha voluto fortemente nella pellicola.
Purtroppo però, questo film non sarà all’altezza dell’originale: il film infatti sarà un flop colossale, e tutti gli attori, compreso Adriano, saranno aspramente criticati, con quest’ultimo che verrà paragonato al padre e del quale verrà detto che non potrà mai raggiungere il successo e la bravura del genitore.

Dopo quest’esperienza tutt’altro che positiva comunque, Adriano non si arrende e riprova a lavorare nel mondo del cinema: otterrà altri ruoli semi importanti , prendendo parte a delle pellicole come Le conseguenze dell’amore e Una talpa al bioparco, entrambi film rimasti non nell’anonimato ma quasi.
Adriano parteciperà poi anche a diverse serie televisive, tra le quali spiccano 48 ore e Luisa Sanfelice.

Il suo più grande successo però lo ottiene nell’ambito del doppiaggio: Adriano presterà la voce al Joker nel film Il Cavaliere oscuro, interpretato magistralmente da Heath Ledger, che consente ad Adriano di ottenere il premio Nastro d’argento 2009 per l’ottimo doppiaggio.

Cosa curiosa però: i successi o insuccessi di Adriano sono fortemente legati alla figura di suo padre Giancarlo: anche lui infatti prestò la voce ad uno dei personaggi, solo che Giancarlo lo fece nel 1989, quando prestò la sua voce a Batman.
Si tratta quindi di una sorta di sfida? Questo non si sa, ma una cosa è certa: per ora Adriano non ha preso parte ad altri progetti, come se la sua fama fosse totalmente sparita dopo alcuni successi ed altri insuccessi, precedentemente elencati.

Voto alla carriera 6.5: il cognome Giannini sicuramente è stato un peso troppo grande da portate sulle spalle per Adriano, visto che non ha ottenuto gli strepitosi successi del padre, ed il voto sarebbe stato un po’ più elevato se non avesse preso parte al flop di Madonna.