Roberta Bruzzone

Paese: Italia

Altezza: 168 cm

Peso: 62 kg

IMC: 21.97 - Peso ideale 

Età: 44 anni

Segno: Cancro Cancro

Roberta Bruzzone è una criminologa italiana nata a Finale Ligure il 1° luglio del 1973.

Negli ultimi anni è diventata un vero e proprio personaggio televisivo, tanto da apparire in numerose trasmissioni incentrate sui più noti fatti di cronaca nera.

Per quanto riguarda la sua competenza professionale, la Bruzzone dopo la Laurea in Psicologia Clinica, ottenuta con il massimo dei voti, ha approfondito la materia forense in varie università, tra cui quella di Genova e di Milano.

In seguito alla laurea per un breve periodo di tempo si trasferisce negli Stati Uniti, dove diventa una consulente per la ricerca di tracce sulla scena del crimine, ottenendo il titolo di Evidence Collector Specialist. Prima di ottenere la notorietà televisiva, la Bruzzone tiene corsi di criminologia presso l’Università Nicolò Cusano e diventa docente alla Libera Università Mediterranea.

Partecipa in qualità di esperta a trasmissioni televisive come Porta a Porta, dove insieme a Bruno Vespa e ad altri esperti, analizza fatti di cronaca che hanno una grande rilevanza nazionale tra cui quelli inerenti alla strage di Erba e al delitto di Sarah Scazzi.

Nel 2010, infatti, assume legalmente la difesa di Michele Misseri, assassino di Sarah che, in seguito, denuncerà la stessa Bruzzone con l’accusa di avergli estorto in precedenza importanti rivelazioni. Una vicenda che suscita molto scalpore e che costringe la Bruzzone ad avviare un procedimento legale proprio contro il suo ex assistito.

In seguito a queste vicende processuali vengono messe in dubbio le competenze professionali della Bruzzone che, sul web, si difende pubblicando il suo curriculum vitae.

Nel 2011 vince il Premio Margutta come personaggio televisivo dell’anno: un importante riconoscimento alla sua carriera forense ma anche al consenso mediatico che sta ottenendo la sua figura.

Roberta Bruzzone, oltre a essere una criminologa molto competente e anche una donna affascinante.

In televisione ha realizzato trasmissioni come Le scene del crimine e, su Real Time, ha condotto tre edizioni di Donne Mortali, un programma di inchieste e di analisi sui delitti compiuti da persone di sesso femminile.

Nonostante il successo, la Bruzzone continua il suo impegno anche in altri ambiti e, nel 2014, ha ricevuto dal Presidente della Repubblica una medaglia al valore in merito alle sue iniziative sociali in difesa dei minori.

Nel maggio del 2015 ha fatto molto discutere la sua scelta di querelare Virginia Raffaele, colpevole di aver dato vita a una sua imitazione nel programma Amici di Maria De Filippi che, secondo la stessa Bruzzone, avrebbe denigrato il suo lavoro.

Un voto per la bella Roberta Bruzzone? 8!

[Foto: www.robertabruzzone.com]

Loading...