Paolo Savona

Paese: Italia

Altezza: 177 cm

Peso: 70 kg

IMC: 22.34 - Peso ideale 

Età: 81 anni

Segno: Bilancia Bilancia

Paolo Savona è un economista italiano nato a Cagliari il 6 ottobre del 1936.

Negli ultimi mesi il suo è stato un nome che ha tenuto banco nell’attuale situazione politica italiana, fino a quando Savona, da brillante economista, è divenuto il nuovo Ministro degli Affari Esteri del governo Giuseppe Conte.

Dopo la laurea in Economia e Commercio conseguita nel 1961, Savona inizia la sua lunga carriera all’interno di Banca D’Italia, di cui diventa in pochi anni il direttore. Qui dimostra tutta la sua competenza nel settore finanziario e il suo nome inizia a circolare in ambito politico e monetario.

Negli anni Settanta approfondisce i suoi studi allargando la sua già vasta gamma di competenze con un master in Econometria ottenuto presso il MIT (“Massachusetts Institute Of Tecnology”). La notorietà internazionale di Savona aumenta grazie allo studio sull’andamento dell’economia italiana che pubblica su varie riviste.

Nel 1974 pubblica un testo sulla Sovranità Monetaria e, due anni dopo, nel 1976, abbandona Banca D’Italia e inizia la sua attività accademica come professore. Insegna Politica ed Economia all’Università di Cagliari e diventa un punto di riferimento per centinaia di studenti. In seguito ottiene la nomina come Direttore Generale di Confindustria, ruolo che coprirà fino al 1980.

Negli anni seguenti ottiene diverse cattedre in altre città, da Roma a Perugia, aumentando il suo prestigio accademico. Nel 1985 è autore insieme a Giorgio La Malfa, di un libro che ottiene un enorme successo editoriale: L’Italia al bivio – Ristagno o sviluppo.

Nel 1986 realizza studi sul dollaro e sulle strategie economiche attuate dalle banche europee. Quattro anni dopo viene nominato Presidente del “Fondo Per la Tutela dei Depositi”. A inizio anni Novanta continua a scrivere libri e a occuparsi d’insegnamento fino a diventare, nel 1993, Ministro dell’Industria.

Paolo Savona è un economista di fama internazionale che, nel corso della sua carriera, ha pubblicato diversi studi sull’euro e sul suo impatto nella vita dei cittadini italiani.

Nel 1996 torna nelle librerie con Gli enigmi dell’Economia, un libro che ottiene un enorme successo editoriale. Negli anni Duemila diventa l’editor di importanti quotidiani, tra cui il “Journal of European Economic History”, e continua a pubblicare saggi per la Sperling & Kupfer.

Nel 2018 Lega e Movimento 5 Stelle lo propongono come nuovo Ministro per l’Economia, ma l’incarico non gli viene affidato dal Presidente Sergio Mattarella. L’empasse sulla sua figura viene superata alcuni giorni dopo grazie all’intervento di Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Nel giugno dello stesso anno, però, diventa Ministro agli Affari Esteri, il più anziano nella storia della Repubblica a ricoprire questo ruolo.

Un voto per Paolo Savona? Nove!

[Foto: Wikipedia]

Loading...