Micaela Ramazzotti

Paese: Italia

Altezza: 170 cm

Peso: 56 kg

IMC: 19.38 - Peso ideale 

Età: 38 anni

Segno: Capricorno Capricorno

“Se sei bionda e hai un fisico da pin-up, la prima cosa che pensano tutti è che tu sia per forza stupida. Così, tutto diventa difficilissimo”. Così si esprime Micaela Ramazzotti, attrice romana, nata il 17 gennaio del 1979, che, evidentemente, sa quello che dice. Bionda è bionda, senza dubbio e il fisico da pin up non le manca di certo.

Le curve da pin up hanno aperto le porte dello spettacolo alla Ramazzotti fin da giovanissima. A tredici anni, infatti, debutta come modella per fotoromanzi all’interno della rivista Cioè. Sempre gli adolescenti sono anche il target di riferimento dei primi film: Vento di primavera – Innamorarsi a Monopoli e, soprattutto, La prima volta. Siamo nel 1999 e il regista è Massimo Martella. Produttore, però, è Pupi Avati, nome importante del cinema italiano che nello stesso anno regala alla Ramazzotti la possibilità di avere un piccolo ruolo anche all’interno del suo film La vita degli angeli.

Parallelamente Micaela Ramazzotti comincia la sua avventura anche in televisione, dove ottiene un ruolo in Incantesimo 2.
Micaela ormai ha 20 anni. Ancora giovanissima, certo, ma l’esperienza accumulata è già importante, e il salto di qualità è ormai a portata di mano. L’occasione è il film Zora la vampira, del 2000, in cui una Ramazzotti in versione rozzo-romantica, si innamora dell’immigrato conte Dracula.
La carriera a questo punto è in ascesa, e la tv, oltre a qualche foto che lascia poco spazio all’immaginazione, lanciano Micaela tra le attrici più sexy e talentuose del piccolo schermo.

Una donna per amico 3, Gli occhi dell’amore, Cuori rubati, Il mio amico Babbo Natale 2 e, soprattutto, R.I.S. – Delitti Imperfetti segnano la definitiva esplosione della Ramazzotti che, una volta tornata al cinema si guadagna il Premio Wella Cinema Donna alla Mostra di Venezia con il film Non prendere impegni stasera.
Nel 2008 arriva Tutta la vita davanti, film di Paolo Virzì che si rivela assolutamente decisivo. Perché? Facile: il ruolo è probabilmente uno dei più riusciti per Micaela e, soprattutto, il regista in questione diventa suo marito e le da due splendidi figli. Stereotipo di bionda pin up ampiamente superato a pieni voti: 8.

[foto: styleandfashion.blogosfere.it]