Martin Luther King

Paese: Stati Uniti

Altezza: 169 cm

Peso: 72 kg

IMC: 25.21 - Sovrappeso 

Età: 39 anni

Segno: Capricorno Capricorno

Ci ha lasciati nel: 1968

Citazioni: «La vera misura di un uomo non si vede nei suoi momenti di comodità e convenienza bensì tutte quelle volte in cui affronta le controversie e le sfide»

Martin Luther King è stato un pastore protestante e attivista politico nato ad Atlanta il 15 gennaio del 1929, e morto a Memphis il 4 aprile del 1968.

King dopo aver frequentato una scuola pubblica ottiene il diploma e inizia a collaborare, nelle vesti di giornalista, all’Atlanta Journal. Verso la fine degli anni quaranta s’iscrive all’università e si laurea in Sociologia.

Nel 1948 King decide di diventare un pastore religioso e si trasferisce nello Stato della Pennsylvania. Qui studia presso il “Crozer Theological Seminary” e, due anni dopo, assiste a una conferenza del Mahatma Ghandi, un personaggio di cui subirà una notevole influenza.

Dopo aver ottenuto il dottorato in Filosofia, nel gennaio del 1954 tiene il suo primo sermone presso una chiesa battista in Alabama. E’ durante questo periodo che il giovane King si accorge del problema razziale e delle distinzioni che ancora ci sono tra uomini bianchi e neri.

Negli anni cinquanta la segregazione razziale coinvolge in prima persona King: sugli autobus pubblici i neri subiscono veri e propri abusi e molto spesso sono costretti a lasciare il loro posto ai bianchi. Per questo motivo decide di iniziare una protesta pacifica proponendo a tutti i membri della comunità nera di rinunciare ai trasporti pubblici.

La protesta ottiene l’attenzione sperata, ma King viene arrestato mentre trasporta sulla sua auto alcuni cittadini di colore. Intorno al suo caso la corte costituzionale degli Stati Uniti decide di rivedere le norme in merito alla segregazione razziale e di permettere ai cittadini di qualsiasi razza di poter prendere i mezzi pubblici. La famiglia di King inizia a subire le persecuzioni e alcuni atti di violenza da parte del Ku Klux Klan.

Nel 1959 parte per l’India ma prima visita la città di Parigi, dove il suo nome inizia a diventare sempre più imponente. L’anno seguente King e il Presidente Kennedy discutono sulla possibilità di concedere ai cittadini di colore il diritto al voto.

Negli anni sessanta diventa promotore di proteste pacifiche: nell’agosto del 1963 la sua marcia su Washington coinvolge migliaia di cittadini e, per l’occasione, King tiene un famoso discorso in cui pronuncia la frase “I have a dream”.

L’anno seguente incontra Malcom X e nell’ottobre del 1964 King ottiene il Nobel per la Pace. In seguito continua a radunare migliaia di persone e proseguono le sue marce pacifiche. Nel marzo del 1967, a Memphis, durante un suo corteo muore un giovane ragazzo di colore a causa di uno scontro con la polizia.

Il 4 aprile del 1968 King viene colpito da un proiettile mentre si trovava in un motel. Muore la persona ma nasce il mito: le sue lotte ancora oggi sono evocate dagli afroamericani e dai pacifisti di tutto il mondo.

Nel 2014 è uscito Selma – La strada per la libertà, un film ispirato alla vita di King. Nell’ottobre del 2015 si è diffusa la notizia che, presso il “Georgia’s Stone Mountain Park”, sarà costruito un monumento in suo onore.

[Foto: bknation.org]