Heath Ledger

Paese: Australia

Altezza: 185 cm

Peso: 80 kg

IMC: 23.37 - Peso ideale 

Età: 28 anni

Segno: Ariete Ariete

Ci ha lasciati nel: 2008

Heath Ledger è stato un attore australiano, nato a Perth il 4 aprile del 1979, e morto a New York il 22 gennaio del 2008.

Non c’è alcun dubbio che Ledger sia stato uno degli attori più bravi dell’ultima generazione, un artista che curava in maniera quasi maniacale ogni ruolo che interpretava, ma anche un uomo molto amato dal pubblico femminile.

Il suo primo approccio con la recitazione arriva durante gli anni della scuola. Ledger si appassiona così tanto al teatro da abbandonare gli studi e trasferirsi nella città di Sidney. Entra per qualche tempo nella Globe Shakespeare Company ma sogna anche di realizzarsi nell’ambito cinematografico.

Dopo una serie di ruoli minori è con 10 cose che odio di te (1999) che riesce a farsi conoscere dal pubblico statunitense. Ma la grande occasione per Ledger arriva con il film Il Patriota (2000) pellicola di enorme successo con protagonista il suo connazionale Mel Gibson.

L’anno seguente realizza Il destino di un cavaliere (2001) in cui finalmente ottiene una parte da protagonista. Ledger, in seguito, realizza altri film di genere diversi: dallo storico Le quattro piume (2002) al biopic Ned Kelly in cui interpreta un personaggio realmente esistito.

La prima grande interpretazione di Ledger resta senza dubbio quella del cowboy omosessuale Ennis Del Mar nel film I segreti di Brokeback Mountain (2005). Nello stesso periodo lavora per la prima volta con il regista Terry Gilliam in I fratelli Grimm e l’incantevole strega e ottiene dal Central Ohio Film Critics il premio di attore dell’anno.

Nel 2005 si confronta con un personaggio complesso come Casanova, protagonista dell’omonimo film di Lasse Hallstrom. Due anni dopo, invece, è la volta di un progetto ambizioso come Io non sono qui, film incentrato sulla figura dello storico cantante Bob Dylan.

Heath Ledger è stato senza dubbio uno di quegli attori che hanno brillato di luce propria ma la sua prematura scomparsa l’ha definitivamente catapultato tra le leggende del cinema di ogni epoca.

Nel 2008 esce Il cavaliere Oscuro, film che avrebbe dovuto consacrarlo al mondo se la morte per un’intossicazione di ansiolitici non avesse stroncato per sempre la sua brillante carriera. La sua interpretazione del folle Joker suscitò nell’ambito cinematografico un consenso unanime, tanto da conferirgli un Oscar postumo l’anno seguente.

Dopo la sua morte, è uscito nelle sale il film Parnassius – L’uomo che voleva ingannare il diavolo (2009) ancora per la regia di Terry Gilliam, pellicola in cui per l’ultima volta le sue numerose ammiratrici hanno potuto ammirarlo in tutta la sua bellezza

[Foto: starer.ru]