Giovanni Tria

Paese: Italia

Altezza: 180 cm

Peso: 80 kg

IMC: 24.69 - Peso ideale 

Età: 69 anni

Segno: Bilancia Bilancia

Giovanni Tria è un economista italiano nato a Roma il 28 settembre del 1948.

Conosciuto come uno dei più preparati economisti nel nostro Paese e per le sue numerose cattedre conseguite in tutta Italia, Tria è l’attuale Ministro dell’Economia e delle Finanze per il governo Conte.

Nel 1971, ottenuta la laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma, inizia a dedicarsi alle materie economiche che insegna in varie università. Ottiene la cattedra a Perugia, si occupa di Macroeconomia e, negli anni Ottanta, il suo diventa uno dei nomi più rinomati nell’ambito finanziario, ma anche come consulente politico per diversi governi.

Nel 2002 diventa un membro della OIL (Organizzazione Internazionale del Lavoro) e, in seguito, ottiene la carica di Presidente del “Centre Of Economic And International Studios”. In questo periodo il suo prestigio cresce non solo Italia, ma anche in Europa, e ciò costituisce uno dei motivi del suo successo.

Pubblica diversi studi insieme a Renato Brunetta, con cui collabora anche nel secondo governo Berlusconi. Tria svolge alcuni viaggi in giro per il mondo, tra cui il Canada e a Pechino, portando in questi Paesi la sua competenza in ambito economico.

Nel 2010 entra nello staff della Scuola Nazionale di Amministrazione, un ente che si occupa di formare la classe dirigente italiana. Mantiene questo ruolo fino al 2016, anno in cui presenta formalmente le sue dimissioni. In seguito lavora alla creazione di un comitato economico dedicato alla memoria di Bettino Craxi.

Collabora con il Foglio, quotidiano che gli consente di pubblicare una serie di articoli sull’economia. Diventa un membro della Fondazione Magna Carta, organizzazione che si occupa di elaborare riforme in ambito politico e che permetta alle istituzioni di compiere riflessioni culturali e scientifiche.

Nel 2017 ottiene una cattedra all’Università di Roma Tor Vergata e diventa Presidente della facoltà di Economia. Si occupa di sviscerare diversi temi, dalla produttività delle aziende italiane al federalismo fiscale, per toccare argomenti più attuali legati all’immigrazione e alla giustizia carceraria.

Giovanni Tria è un economista che ha una grande competenza nell’ambito politico e istituzionale, un professionista che nel corso degli anni ha tenuto le migliori cattedre universitarie in Italia ma anche all’Estero.

Nel 2018 il suo nome inizia a circolare in merito al nuovo governo Conte nato dall’alleanza tra Movimento 5 Stelle e Lega. Nel mese di maggio dello stesso anno ottiene finalmente la nomina a Ministro dell’Economia e delle Finanze, sostituendo Paolo Savona. Tra le sue prime proposte ci sarebbe una riduzione delle tasse sui redditi delle fasce medio alte e una riforma fiscale che finalmente potrebbe giovare agli italiani.

Un voto per Giovanni Tria non può essere che un nove!

Guarda tutte le altre schede nello Speciale Politici di Altezza & Peso.

[Foto: http://toptwitter.com]

Loading...