Enrico Ianniello

Paese: Italia

Altezza: 180 cm

Peso: 75 kg

IMC: 23.15 - Peso ideale 

Età: 47 anni

Segno: Scorpione Scorpione

Enrico Ianniello è un attore italiano nato a Caserta il 15 novembre del 1970.

Il percorso artistico di Enrico comincia fin da giovanissimo quando dopo il diploma all’Istituto Tecnico conseguito nella sua città, decide di intraprendere la strada del teatro. Un percorso lungo e difficile che però gli ha consentito di lavorare con registi del calibro di Nanni Moretti e di entrare a far parte della serie televisiva Un passo dal cielo.

Nel 1989 frequenta la Bottega Teatrale di Firenze, città in cui risiede per qualche tempo, e proprio sul palcoscenico realizza i suoi primi spettacoli, da I Giocatori a Sorrisi D’Elefante. Per alcuni anni il teatro sembra essere la dimensione più congeniale per il talento di Enrico che, nel frattempo, si è dedicato anche alla traduzione. La sua versione di Il metodo Gronholm (2007), testo teatrale dello scrittore Jordi Calgeràn, ottiene un enorme successo di pubblico.

Al cinema debutta nel film drammatico Lascia perdere Johnny! (2007) per la regia di Fabrizio Bentivoglio, una pellicola in cui recitano due pilastri della tradizione napoletana come Lina Sastri e Toni Servillo. Due anni dopo è la volta di Tris di donne e abiti nuziali (2009) film incentrato sulle vicende di un impiegato col vizio del poker interpretato da un bravissimo Sergio Castellito.

Enrico, oltre al cinema, coltiva anche altre passioni e il suo talento creativo si manifesta nei documentari come Venti Anni e Quiproquo. Nel 2011 ottiene il ruolo del Giornalista, nella pellicola diretta dal regista Nanni Moretti, Habemus Papam ed entra a far parte del cast della serie televisiva Un passo dal cielo insieme a Terence Hill: in questa fiction interpreta il vice questore Vincenzo Nappi, tipico napoletano che adora il suo paese ma che è stato trasferito in una fredda regione del nord.

Enrico Ianniello è un attore di teatro e di televisione che sta ottenendo negli ultimi anni un costante successo di pubblico, grazie alla sua simpatia e al talento da mattatore.

Nel 2012 lavora nelle serie Caruso e Paolo Borsellino – I 57 giorni, ricostruzione fedele degli ultimi mesi di vita del celebre magistrato siciliano. Due anni dopo partecipa alle due stagioni di La vita che corre, una fiction con la bravissima Barbara De Rossi trasmessa su Rai Due, ed è l’assoluto protagonista, insieme a Elena Sofia Ricci, di Le due Leggi.

Nel 2015 torna in televisione con Un passo dal cielo 3 e pubblica anche il suo primo romanzo dal titolo La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin.

Un voto per il simpaticissimo Enrico Ianniello non può essere che un nove!

Guarda le altre schede dello Speciale Un passo dal cielo.

[Foto: invidia.pianetadonna.it]