Urbano Cairo

Paese: Italia

Altezza: 175 cm

Peso: 74 kg

IMC: 24.16 - Peso ideale 

Età: 60 anni

Segno: Gemelli Gemelli

Urbano Cairo è un imprenditore e dirigente sportivo nato a Milano il 21 maggio del 1957.

Noto per le sue attività imprenditoriali e per il ruolo di Presidente della squadra di calcio del Torino, Cairo si è imposto all’attenzione dei media negli ultimi anni. La sua è una famiglia dalle origini contadine, mentre suo padre è stato un agente immobiliare e la madre un’insegnante di Lettere.

Dopo aver ottenuto il diploma s’iscrive all’università e frequenta la Bocconi. In quel periodo è ospite nei salotti importanti dell’imprenditoria milanese e si laurea in Economia e Commercio. Nel 1982 inizia a collaborare con Silvio Berlusconi e ne diventa l’assistente personale curando molti suoi affari.

Due anni dopo, nel 1984, Cairo lavora intensamente per consentire al gruppo Fininvest di acquistare Italia Uno, emittente televisiva che riceverà un enorme consenso popolare. Nello stesso periodo inizia ad avviare una propria attività imprenditoriale diventando direttore della Gespal e, sempre per Berlusconi, gestisce varie aziende, tra cui Publitalia ’80.

In seguito Cairo diventa amministratore delegato per il settore pubblicità di Mondadori e permette a questo gruppo di aumentare i propri introiti da trecento a cinquecento miliardi di lire. Nei primi mesi del 1992 rimane coinvolto nell’inchiesta giudiziaria di Mani Pulite e, a differenza di altri manager Fininvest, chiede il patteggiamento e si allontana dall’ala berlusconiana.

Nel 1996 fonda la Cairo Pubblicità e inizia a controllare varie pubblicazioni del gruppo RCS MediaGroup, tra cui Tv Sette e Io Donna. Tre anni dopo riesce ad acquisire le azioni della Mondadori e la sua azienda viene quotata in borsa nel 2000. Si dedica alla carta stampata creando una propria casa editrice che pubblica riviste di successo come For Men Magazine e DiPiù Tv.

Urbano Cairo è un imprenditore attivo in diversi settori ma con la passione del calcio: nel 2005, infatti, acquista il Torino, di cui è grande tifoso e, l’anno seguente, consente ai granata di tornare in Serie A.

La sua società mostra interesse nel settore delle telecomunicazioni e Cairo, nel 2013, compra da Telecom l’emittente televisiva La7. Due anni dopo riceve il premio Guido Carli e, nel 2016, ottiene l’incarico di amministratore delegato della RCS MediaGroup.

Nel 2017 inaugura Torino Channel, visibile su Sky, e ottiene l’importante onorificenza di Cavaliere del Lavoro. Nel mese di luglio dello stesso anno, durante un’intervista, mostra interesse verso gli acquisti delle partite di Serie A da parte di La7.

Un voto per Urbano Cairo non può essere che un otto!