Marina Ripa di Meana

Paese: Italia

Altezza: 178 cm

Peso: 68 kg

IMC: 21.46 - Peso ideale 

Età: 76 anni

Segno: Bilancia Bilancia

Ci ha lasciati nel: 2018

Marina Ripa di Meana è stata una scrittrice italiana nata a Reggio Calabria il 21 ottobre del 1941, e morta a Roma il 4 gennaio del 2018.

Personaggio conosciuto nell’ambito televisivo per il suo dirompente ruolo di provocatrice, Ripa di Meana nella sua tribolata vita ha avuto due matrimoni e ha scritto numerosi libri di successo.

Terminati gli studi si trasferisce a Roma, dove inaugura un atelier, e inizia a frequentare i salotti mondani della Capitale. Negli anni Sessanta sposa il noto Alessandro Lante della Rovere, appartenente a una ricca famiglia toscana, e intrattiene rapporti di amicizia con scrittori del calibro di Moravia e Pasolini.

In seguito partecipa come attrice nel film Assassinio sul Tevere (1979), una pellicola diretta dal maestro Bruno Corbucci. Nello stesso periodo debutta in televisione facendo la valletta in Grand’Italia. In questo talk show si rende protagonista di un curioso siparietto comico, tirando una torta in faccia a Maurizio Costanzo, autore del programma.

Alcuni anni dopo pubblica I miei primi quarant’anni (1984), da cui sarà tratto un film diretto da Carlo Vanzina, e dove racconta vari episodi legati alla sua vita privata e le sue tumultuose frequentazioni sentimentali. Ripa di Meana è ormai diventata una donna conosciuta nell’ambito mediatico e, nel 1989, ci riprova di nuovo con il cinema, recitando nel film La più bella del reame.

L’anno seguente Ripa di Meana dirige il mensile Elite e debutta alla regia con Cattive ragazze (1992), film di cui è anche autrice della sceneggiatura e che vede tra le attrici protagoniste una giovane Eva Grimaldi. Nel 1995 scrive un altro libro che diventa un best seller editoriale: La donna che invento se stessa. Nello stesso periodo posa nuda per una campagna pubblicitaria che ottiene molto clamore in Italia.

Marina Ripa di Meana è stata una scrittrice che ha ottenuto una grande notorietà in televisione, dove tra l’altro ha partecipato come opinionista in vari programmi.

Negli anni Duemila si attiva in varie campagne contro lo sterminio delle foche e partecipa al reality Show, La Fattoria (2009). Recita in un episodio de I Cesaroni, interpretando il ruolo di se stessa, e pubblica Invecchierò ma con calma (2012).

Nel 2015 fa il suo esordio come autrice teatrale scrivendo Il congresso degli arguti, spettacolo che porta in giro in tutta Italia. In seguito rende noto a tutti di essere malata di cancro, malattia con cui combatte da alcuni anni. Nel dicembre del 2017 partecipa a una puntata di Piazza Pulita e, nei primi giorni del 2018, muore nella sua casa di Roma.

[Foto: www.zimbio.com]

Loading...