Julianne Moore

Paese: Stati Uniti

Altezza: 166 cm

Peso: 53 kg

IMC: 19.23 - Peso ideale 

Età: 57 anni

Segno: Sagittario Sagittario

Judie Anne Smith, meglio conosciuta con il nome d’arte di Julianne Moore, si è distinta in numerose pellicole di successo. Julianne nasce a Fayetteville, una città della Carolina del Nord, il 3 dicembre del 1960 ed è figlia di un’assistente sociale. Suo padre è un colonnello e pilota dell’esercito, e per via di questo lavoro è costretta a seguirlo in giro per l’Europa, studiando a Francoforte, in Germania, e poi laureandosi in Belle Arti alla Boston University. Si trasferisce a ventitré anni a New York e si divide tra piccole piéce teatrali, inseguendo il sogno di diventare un’attrice di successo, e il lavoro di cameriera in un ristorante. Comincia a farsi le ossa, artisticamente parlando, in televisione, partecipando alla soap opera Così gira il mondo.

Il debutto al cinema avviene nel 1990 con il film I delitti del gatto nero, una pellicola horror che però non ottiene molto successo. Julianne si fa notare con il film Body of Evidence – Il corpo del reato, un thriller erotico che doveva lanciare la carriera cinematografica della star musicale Madonna. Per il film America Oggi di Robert Altman, uscito nelle sale nel 1994, ottiene la sua prima nomination all’Indipendent Spirit Awards e può cominciare a essere notatata da grandi registi come Steven Spielberg, con cui lavora in Jurassic Park II – Il mondo Perduto, nel ruolo della dottoressa Sarah Harding: per Julianne questa è la sua prima parte da protagonista.

Per tutti gli anni novanta partecipa a numerosi film di successo, diventando un punto di riferimento per i registi che vedono in lei un’attrice disponibile e che non ha capricci da star. Nel 1998, diretto dai fratelli Cohen, Julianne partecipa a Il Grande Lebowski, una commedia che ottiene un grande successo di pubblico. Torna a lavorare con Altman nel film La fortuna di Cookie e, dopo un non convincente remake del film Psyco, prenderà parte a quello che per i critici è la sua migliore interpretazione: nel 2001 esce Hannibal, il seguito tanto atteso di Il silenzio degli innocenti, per la regia di Ridley Scott, e Julianne riesce nell’impresa non facile di sostituire degnamente Jodie Foster nel ruolo di Clarice Starling.

Negli anni duemila partecipa a molti film tra cui Il colore del crimine, I figli degli uomini e Next, e nel 2009 è la protagonista di Chloe – Tra seduzione e inganno, un film drammatico dalle tinte erotiche. Julianne Moore è un’attrice molto dotata sul piano espressivo e nella recitazione che però ancora non ha ottenuto il riconoscimento dovuto. Atea convinta, è molto impegnata nel sociale, soprattutto come sostenitrice dei diritti omosessuali ed è, dopo Julia Roberts, la rossa più famosa del cinema americano.

Julianne Moore ha conquistato la candidatura agli Oscar 2015 con il film “Still Alice” di Richard Glatzer.

Guarda tutte le altre schede dello Speciale Oscar 2015.

[foto: www.stylosophy.it]