Corrado Formigli

Paese: Italia

Altezza: 182 cm

Peso: 77 kg

IMC: 23.25 - Peso ideale 

Età: 49 anni

Segno: Ariete Ariete

Corrado Formigli è un giornalista e conduttore televisivo nato a Napoli il 24 marzo del 1968.

Formigli è da anni un autore di reportage di grande impatto sociale, ma anche un giornalista capace di ideare programmi di successo. Dopo aver trascorso parte della sua giovinezza a Napoli, s’iscrive alla facoltà di Giurisprudenza. In seguito parte per Firenze, dove inizia la sua carriera giornalistica scrivendo per il quotidiano Paese Sera.

Verso la fine degli anni Ottanta si trasferisce per un breve periodo di tempo a Londra e, contemporaneamente, continua la sua collaborazione come freelance. Scrive articoli per Il Manifesto e ne diventa corrispondente occupandosi della redazione politica. Formigli nel 1994 fa il suo debutto televisivo nel programma Rai, Tempo Reale.

Due anni dopo, nel 1996, viene chiamato da Michele Santoro che gli affida il ruolo di inviato per la trasmissione Moby Dick. In quel periodo Formigli si occupa soprattutto delle stragi in Albania e realizza molti servizi sulla guerra in Kosovo. Dopo quattro anni di collaborazioni per le reti Mediaset, ritorna in Rai, dove lavora alla trasmissione Circus (2000).

L’anno seguente, ancora con Santoro, realizza Il raggio verde e nel 2001 si occupa dell’attentato alle Torri Gemelle per il programma Sciuscià, trasmesso su Rai Due. Formigli nel 2002 è l’unico giornalista a documentare nella città di Jenin gli attacchi aerei dell’esercito israeliano.

Controcorrente (2003) è la prima trasmissione condotta da Formigli e che sancisce il suo passaggio a Sky. Nel frattempo si dedica anche alla radio, presentando il programma La Zanzara e, nel 2004, la sua intervista a Francesco Cossiga viene mandata in onda su Rai Educational.

Nel 2008 ritorna per la terza volta a lavorare insieme a Santoro, di cui ormai è l’erede riconosciuto, e realizza con lui tutte le inchieste politiche e sulla mafia della trasmissione AnnoZero. L’anno seguente inizia a pubblicare alcuni articoli per Il Fatto quotidiano e Il sole 24 Ore.

Corrado Formigli è un giornalista che ha condotto diverse trasmissioni, invitando politici ed esperti, ma ha realizzato numerosi reportage soprattutto negli scenari di guerra, recandosi anche di persona e mettendo a rischio la propria incolumità fisica.

Ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il Premio Ilaria Alpi, e ha scritto un libro di successo intitolato, “Impresa impossibile: storie di italiani che hanno combattuto e vinto la crisi”.

Con Piazza Pulita realizza un programma settimanale e in prima serata. Questo talk debutta nel 2011 e, dopo quattro stagioni di ottimi ascolti, nel novembre del 2015 ha fatto discutere il suo servizio nei rifugi dei terroristi dell’Isis nell’autoproclamato Stato Islamico.

Un voto per la correttezza professionale di Corrado Formigli? Dieci!

[Foto: www.corriere.it]