Bob Marley

Paese: Giamaica

Altezza: 172 cm

Peso: 68 kg

IMC: 22.99 - Peso ideale 

Età: 36 anni

Segno: Acquario Acquario

Ci ha lasciati nel: 1981

Bob Marley è stato un cantante giamaicano, nato a Nine Mile il 6 febbraio del 1945, e morto a Miami l’11 maggio del 1981.

Sono pochi i cantanti come Bob Marley, autore di alcune delle più belle canzoni degli ultimi anni, che sono riusciti, grazie alla potenza della propria musica, a comunicare un messaggio di pace e fratellanza tra i popoli.

Il giovane Bob lascia la scuola a quindici anni per lavorare come saldatore. Suo padre, che non ha mai conosciuto, è un cittadino britannico, mentre la mamma, Cadelle Booker, è una giamaicana che gli ha insegnato i valori della cultura del proprio paese.

A diciassette anni si esibisce con i Wailers e sogna di diventare un Rasta, che è un movimento religioso che rivendica la liberazione degli africani dal colonialismo occidentale. Marley, per via del padre di origine britannica, ha nelle vene sangue bianco e per questo motivo deve sopportare il razzismo da parte dei suoi coetanei.

Nonostante i disagi e la povertà all’inizio degli anni sessanta Marley continua a fare musica insieme alla sua band e sposa la giovane Alpharita Costancia Anderson, che in seguito si farà chiamare Rita Marley.

Prima degli anni settanta scioglie la sua band storica ma continua a firmare i suoi pezzi mantenendo il nome del gruppo con cui ha iniziato. Nel 1975 Bob Marley & The Wailers lanciano la canzone No Woman no cry, singolo estratto dal loro primo album, Natty Dread, che diventa una hit famosa in tutto il mondo.

In seguito Marley riesce a lanciare la musica Reggae in tutto il pianeta e le sue canzoni diventano patrimonio culturale non soltanto della Giamaica.

Nel 1976 riesce a scampare a un tentativo di omicidio e registra a Londra l’album Exodus (1977). In questo disco Marley firma pezzi leggendari come Jammi’n e One Love e la rivista Time, nel 1999, eleggerà quest’album come il migliore del secolo.

Bob Marley non è stato soltanto un cantante di successo ma un uomo dedito alla pace. La sua musica è universale nel senso più puro del termine, anche se la sua assunzione di droghe leggere come la marijuana ha sempre lasciato spazio a molte critiche sul suo stile di vita.

In seguito Marley realizza Survival (1979) e Uprising (1980) disco che contiene il singolo Could Be You Love e Redemption Song, forse la sua canzone più bella.

Nel 1980 Marley scopre di avere un cancro e, per un anno intero, cerca di curare la sua malattia. Continua a esibirsi in giro per il mondo ma nel maggio del 1981 si spegne davanti a tutti i suoi familiari.

Nel corso degli anni i suoi numerosi figli hanno portato avanti il percorso musicale inaugurato dal loro illustre genitore. Una raccolta come Legend, uscita nel 2003, e che contiene tutti i più grandi successi dell’artista giamaicano, è divenuto una sorta di testamento artistico e spirituale della carriera di Bob Marley.

[Foto: ryot.org]