Antonino Cannavacciuolo

Paese: Italia

Altezza: 190 cm

Peso: 102 kg

IMC: 28.25 - Sovrappeso 

Età: 41 anni

Segno: Ariete Ariete

Antonino Cannavacciuolo nasce a Vico Equense, provincia di Napoli, il 16 aprile 1975. E’ un cuoco e, di recente, anche conduttore televisivo per Sky Italia, nella versione italiana di Cucine da incubo in onda su Fox Life (in arrivo la seconda stagione). Avete presente Gordon Ramsay, il terribile chef britannico e star di serie tv come Hell’s Kitchen, Cucine da incubo, etc? Bene, Cannavacciuolo è il suo specchio italiano così come il trio Cracco-Barbieri-Bastianich lo sono per Masterchef!

Campano di nascita (quest’anno è addirittura rappresentato come statuetta nei famosi presepi partenopei!), ma piemontese di adozione, Antonino dal 1999 è Chef patron del Ristorante Hotel Villa Crespi (dal 2012 Associato Relais & Châteaux) ad Orta San Giulio, sul Lago d’Orta. Nel suo ristorante, a suo dire, è possibile “ritrovare i sapori di una cucina che unisce la mediterraneità del Sud Italia e i gusti Piemontesi”. I piatti che più lo rappresentano? Scarola liquida, linguina di Gragnano con calamaretti e zuppa di pane di segale allo spezzatino… almeno in questo momento..domani chissà?

Infatti, ‘Sud e Nord si uniscono in cucina’ è proprio lo slogan di questo gigante dei fornelli.
Dopo aver conseguito l’Attestato di Cucina presso l’Istituto alberghiero nel 1994, Cannavacciuolo non si è mai fermato: ha lavorato nelle cucine di grandi locali francesi a tre stelle, quali l’Auberge dell’Ile di Illerausen e il Buerehiesel di Strasburgo, oltre che nel ristorante del Grand Hotel Quisisana, quando in cucina lo chef era il grande maestro Gualtiero Marchesi.

Nel 2003 Antonino riceve la prima Stella Michelin e nel 2006 la seconda. Gli anni dal 1999 al 2003 sono anni di durissimo lavoro per lo chef Cannavacciuolo, che si trova, giovanissimo, ad avere fortissime responsabilità nel gestire il Crespi, ma nello stesso tempo lo chef-star ha anche moltissime soddisfazioni. E non è tutto: di recente ha anche pubblicato il suo primo libro, edito da Mondadori, dal titolo ‘In cucina comando io‘, che non è solo un ricettario, ma uno “stile di vita” gastronomico/alimentare che viene proposto ripercorrendo anche le sue memorie di vita, legate ai profumi ed ai sapori della sua infanzia partenopea e la gavetta successiva che lo hanno portato, oggi, ad essere uno dei più apprezzati chef da parte di addetti ai lavori, gourmet e gente comune.

Successivamente Cannavacciuolo conduce il programma televisivo Cucine da Incubo in onda su Sky. Nel 2015 invece diventa uil quarto giudice del talent masterchef Italia.

Nel 2016 è uno degli ospiti del Festival di Sanremo condotto dal bravo Carlo Conti.

[foto: www.bigodino.it ]